Post

Post in evidenza

Centro di accoglienza migranti a Secondigliano

Immagine
Il sindaco Luigi De Magistris va a prendere i migranti in mezzo al mare e poi li sbatte in periferia. Può essere riassunta con questa battuta l’ennesima decisione discutibile del Comune di Napoli. Il Consiglio comunale ha approvato la delibera per il centro di accoglienza a Secondigliano. I 22 richiedenti asilo verranno ospitati in un bene confiscato alla camorra in via Vittorio Emanuele, nel centro storico del quartiere. Contrario al centro di accoglienza è Maurizio Moschetti, presidente della VII Municipalità.

Bankitalia: Debito pubblico a 2.334,4 miliardi di euro

Immagine
La Banca d’Italia ha diramato il supplemento al Bollettino di Finanza Pubblica. Ad ottobre 2018 il debito pubblico italiano si è attestato a 2.334,4 miliardi di euro, in aumento di 3,2 miliardi rispetto ai 2.331,2 di settembre 2018. L’aumento da fine 2017, quando il debito si è attestato a 2.263 miliardi, è stato di 71,4 miliardi con un incremento del 3,1%.

Istat: PIL pro capite Sud metà di Nord

Immagine
Il PIL pro capite nel Sud nel 2017 è di 18,5 mila euro, poco più della metà di quello del Nord-Ovest che raggiunge 35,4 mila euro. E’ la stima che emerge dal rapporto “Conti economici territoriali” pubblicato oggi(13 dicembre) dall’Istat. Nel Nord-Est il PIL pro capite è di 30,7 mila euro, mentre al Centro è di 30,7 mila euro. Il differenziale negativo del Mezzogiorno resta ampio: il livello del PIL pro capite è inferiore del 45% rispetto a quello del Centro-Nord in crescita dal 44,1% nel 2016.

BCE conferma fine Quantitative easing

Immagine
Il Consiglio direttivo della Banca Centrale Europea ha deciso di fermare al 31 dicembre 2018 gli acquisti del Quantitative easing, scesi a 15 miliardi di euro dallo scorso ottobre. Da gennaio 2019 la BCE non comprerà più titoli di Stato dei Paesi UE. Il programma di acquisto titoli era partito nel 2015 per cercare di spingere l’inflazione dell’Unione Europea fino al 2%. Uno degli effetti positivi del Quantitative easing è stato la svalutazione dell’euro che ha favorito le esportazioni.

Il maestro delle ombre

Immagine
Il maestro delle ombre” è un libro di Donato Carrisi e pubblicato da TEA. Lo scrittore è nato a Martina Franca nel 1973. Dopo la laurea in Giurisprudenza, ha studiato Criminologia e Scienza del comportamento, per poi diventare sceneggiatore di serie televisive e per il cinema. “Il cacciatore del buio” è il settimo romanzo dello scrittore pugliese. Il libro è stato pubblicato nel 2016. Nell’ottobre 2017 è uscito il film che ha tratto dal suo romanzo “La ragazza nella nebbia” e che rappresenta il suo esordio alla regia cinematografica. “Il cacciatore del buio” è il terzo thriller dello scrittore pugliese con protagonisti la foto-rilevatrice Sandra Vega e il penitenziere Marcus, rappresenta il seguito de “Il cacciatore del buio”.

Cimiteri comunali di Napoli senza illuminazione

Immagine
Il Comune di Napoli non finisce mai di stupire. Il 2019 potrebbe iniziare con una cosa deplorevole: i cimiteri comunali senza illuminazione. A lanciare l’allarme è l’avvocato Nicola Quatrano, consulente legale della SELAV spa. Quest’ultima è l’azienda privata gestisce l’illuminazione dei cimiteri di Napoli da luglio 2016. Il caos dei cimiteri pubblici è stato creato dall’amministrazione comunale che ha prima affidato e poi revocato la gestione. Ma andiamo con ordine.

Istat: Stipendio medio cala a 13,97 euro l’ora

Immagine
Brutte notizie per i lavoratori italiani. Nel 2016 lo stipendio medio nel settore privato era di 13,97, euro all’ora, in calo di 4 centesimi rispetto al 2015. Resta comunque superiore al 2014, quando era di 13,80 euro. Lo rileva l’Istat nel rapporto “I differenziali retributivi nel settore privato”. La metà dei dipendenti percepisce una retribuzione oraria pari o inferiore a 11,06 euro nel 2014 e a 11,21 euro nel 2015 e nel 2016.