Post

Post in evidenza

Cgia: 7,6 miliardi di evasione IMU-Tasi, Tari e acqua

Immagine
L’evasione di IMU-Tasi, Tari e acqua è arrivata a 7,6 miliardi di euro all’anno. Lo sostiene l’Ufficio studi della Cgia di Mestre, che ha stimato evasione e morosità elaborando gli ultimi dati del Ministero dell’Interno. A pagare il conto del fenomeno sono i Comuni e le società che si occupano della gestione dei rifiuti urbani, o erogano il servizio idrico, e sono spesso controllate dalle stesse Amministrazioni comunali per le quali operano.

Via Marco Rocco di Torrepadula a rischio crollo

Immagine
Via Marco Rocco di Torrepadula è una strada importante del Frullone che collega la zona nord di Napoli con la zona ospedaliera. Ogni giorni ci passano centinai di automobilisti e motociclisti. Non sanno che percorrendo quella strada partecipano ad un roulotte russa. Il motivo? Via Marco Rocco di Torrepadula è a rischio crollo. Una frana ha creato il vuoto sotto il manto stradale mettendo a rischio la sicurezza di automobilisti e motociclisti.

Istat: Reddito medio famiglie resta sotto livello pre-crisi

Immagine
Nel 2017 il reddito netto medio delle famiglie in Italia è stato pari a 31.393 euro annui, in crescita sia in termini nominali(+2,6%) che come potere d’acquisto(+1,2%). Tuttavia, è ancora inferiore dell’8,8% rispetto al livello pre-crisi, vale a dire il 2007. E’ quello che emerge dal  rapporto “Condizioni di vita, reddito e carico fiscale delle famiglie” pubblicato oggi(5 dicembre) dall’Istat.

Scampia ancora sommersa dai rifiuti

Immagine
Scampia è ancora sommersa dai rifiuti. Sembra incredibile, ma ogni volta che si verifica un problema con gli impianti a rimetterci sono sempre i cittadini della zona nord di Napoli. La situazione è particolarmente critica nelle vie in cui non è stata avviata la raccolta differenziata. Da alcuni giorni giacciono per terra tantissimi sacchetti pieni di rifiuti indifferenziati. Come al solito, il Comune di Napoli ha deciso di “privilegiare” la raccolta della spazzatura nelle zone turistiche per non danneggiare l’immagine della città.

Istat: Lettori di libri stabili in Italia

Immagine
Nel 2018 rimane sostanzialmente stabile rispetto all’anno precedente il numero di lettori di libri. La quota di persone che dichiarano di aver letto almeno un libro per motivi non scolastici o professionali è scesa dal 41% del 2017 al 40,6% del 2018. Lo rivela l’Istat nel rapporto “La produzione e la lettura di libri in Italia”. Si può dire che ci sono più scrittori che lettori. A partire dall’anno 2000, quando la quota di lettori era al 38,6%, l’andamento è stato crescente fino a toccare il massimo nel 2010 con il 46,8% per poi diminuire di nuovo fino a tornare, nel 2016, al livello del 2001(40,6%), stabile fino al 2018.

Il salvataggio di Alitalia

Immagine
Il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti per assicurare la continuità del servizio svolto da “Alitalia - Società Aerea Italiana Spa” e “Alitalia Cityliner Spa”, entrambe in amministrazione straordinaria. Al fine di consentire l'espletamento, entro il 31 maggio 2020, delle procedure per il trasferimento dei complessi aziendali facenti capo al gruppo Alitalia si conferma nel 2019 il finanziamento a titolo oneroso di 400 milioni di euro già previsto da decreto fiscale. Lo Stato effettua l’ennesimo salvataggio di Alitalia con soldi pubblici.

Unicredit taglia 8 mila posti di lavoro

Immagine
Unicredit scarica la crisi sui dipendenti e clienti. La banca italiana avvia una profonda ristrutturazione, la più drastica dal 2008 dopo quella di Deutsche Bank. Unicredit ridurrà il personale di circa 8.000 unità nell’arco del piano 2020-2034. L’ottimizzazione della rete di filiali porterà alla chiusura di circa 500 sportelli. Gli 8 mila posti di lavoro verranno tagliati soprattutto in Italia, Germania e Austria, dove il personale verrà ridotto del 21% e verrà chiuso il 25% delle filiali.