La disinformazione e il plagiamento targato TG1

Nel post precedente ho denunciato l’insabbiamento attuato dai TG nazionali sullo “scandalo pucchiacche”, in cui è implicato Silvio Berlusconi.

Il direttore del TG1, Augusto Minzolini, fa una sorte di comizio per giustificare l’assenza della notizia nel telegiornale diretto da lui. Minzolini definisce lo “scandalo pucchiacche” l’ultimo gossip o l’ultimo pettegolezzo del momento, aggiungendo che le famose cene e le “pucchiacche” sono solo delle allusioni.

La cosa più sconcertante è che nel discorso il tipo senza capelli tira in ballo anche Prodi. Infatti, accenna a quando il portavoce ufficiale del Governo Prodi, Silvio Sircana, fu fotografato con una prostituta. A parte il fatto che nello “scandalo pucchiaccopoli” non è implicato un portavoce, ma il presidente del consiglio, quindi i due casi non posso essere equiparati.

L’editoriale Minzolini se lo poteva risparmiare, anche perché in Italia non siamo tutti stupidi e plagiati. Ormai si è capito, Minzolini sta al comando del TG1 solo perché è stato “piazzato” da Berlusconi. Mi rifiuto di pagare il canone Rai con un direttore del genere. Per concludere dico che bisogna stare con gli occhi aperti, perché la dittatura mediatica è iniziata e si sta diffondendo a macchia d’olio. Lasciamo perdere l’Iran, piuttosto pensiamo a riportare la democrazia(quella vera) in Italia…


Commenti

  1. Un altro vassallo..... ;-(

    RispondiElimina
  2. Appunto... La cosa che più mi fa rabbia è che lo stipendio di questo tizio lo paghiamo noi attraverso il canone Rai...

    RispondiElimina

Posta un commento

I post più letti negli ultimi sette giorni

Intesa Sanpaolo non funziona

Il salvataggio di Alitalia

Via Marco Rocco di Torrepadula a rischio crollo

Unicredit taglia 8 mila posti di lavoro

Istat: Lettori di libri stabili in Italia

CheBanca! con problemi tecnici