Le televisioni sono finite

In questi giorni Silvio Berlusconi ha plagiato un'altra volta gran parte degli italiani grazie alle sue televisioni. In ogni trasmissione in cui ha messo piede, il premier ha professato una quantità industriale di baggianate. Probabilmente riuscirà a vincere ancora una volta le elezioni grazie all'ignoranza di gran parte degli italiani, i quali hanno come unico mezzo di informazione la televisione.

La TV, oltre ad essere un mezzo antidemocratico, è ormai superata. E' antidemocratica perché chi controlla la TV può facilmente far passare per vera una notizia falsa e viceversa. Tutto questo grazie al fatto che non c'è interattiva. Gli ignari telespettatori “assorbono” tutto lo sterco che il tubo catodico emana senza poter reagire e controbattere.

C'è però una cosa che può salvarci e decretare la fine della “dittatura” televisiva. Negli ultimi mesi gli introiti pubblicitari delle TV sono calati e molti degli addetti ai lavori hanno il timore che gli inserzionisti possano trasferirsi sul web. Questo come conseguenza indiretta porta anche un crollo delle azioni delle aziende televisive. Ecco spiegato perché Berlusconi sta facendo di tutto per imbavagliare la rete.

Di seguito c'è il video del discorso fatto da Beppe Grilo a Palazzolo. Il comico genovese dice “Non c'è nessun leader che pensa a voi, siete voi leader di voi stessi”. Ricordatevi questa frase, perché vi aiuterà a vivere meglio...


Commenti

  1. Grande Grillo e grazie Max che ci tieni informati.Speriamo che "le tv" finiscano davvero.Presto.
    Ciao, Susy

    RispondiElimina
  2. Speriamo bene cara Susy. La TV, oltre a rovinare la psiche degli italiani, sta rovinando anche la cultura...

    RispondiElimina

Posta un commento

I post più letti negli ultimi sette giorni

Intesa Sanpaolo non funziona

Il salvataggio di Alitalia

Via Marco Rocco di Torrepadula a rischio crollo

Unicredit taglia 8 mila posti di lavoro

Istat: Lettori di libri stabili in Italia

CheBanca! con problemi tecnici