Un paese retrogrado sull’efficienza energetica

Negli ultimi anni, i paese occidentali stanno affrontando il problema dell’energia. Molti stanno investendo sulle fonti rinnovabile e sull’energia solare. Allo stesso tempo molti hanno capito che bisogna cercare di consumare meno energia.

La prima cosa da fare per risparmiare energia è quello di sostituire le lampadine a incandescenza con quelle a basso consumo. Una lampadina ad incandescenza consuma in un anno 120 kwh, mentre una a basso consumo solo 40 kwh. Se avete in una casa 8 / 10 punti luce il risparmio annuale è di circa 550 euro.

Un altro modo per risparmiare è quello di sostituire tutte le lavatrice e frigoriferi vecchi con nuovi di classe A e A+. Una lavatrice di classe C consuma in un anno tra i 400 e 450 kwh, mentre una di classe B consuma tra i 350 e 400 kwh. Acquistando una lavatrice di classe A si risparmia in un anno circa 30 / 35 euro rispetto ad una classe B e 50 euro rispetto ad una classe C. Oltre ad un minor consumo, le lavatrici di classe A producono un terzo di Co2 in meno.

Il governo Berlusconi invece di incentivare il risparmio e l’efficienza energetico ha deciso di rinviare di un anno(dal 1 gennaio 2009 al 1 gennaio 2010) l’obbligo di installare impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabile sulle nuove costruzioni. Inoltre, è stata bloccata anche l’obbligo della certificazione energetica dell’immobile durante l’atto di compravendita. Per questo motivo l’unione europea ha avviato contro l’Italia una procedura di infrazione.


Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

L’amministrazione del degrado di De Magistris

Cgia: Consumi famiglie tagliati di 21,5 miliardi

La caduta del muro di Berlino

Il caso ex Ilva di Taranto

Tariffe votive anno 2019 Comune di Napoli

Voragine in via Masoni