I napoletani non pagano la tassa sui rifiuti?

Dopo molto tempo Guido Bertolaso ha deciso di aprire bocca ed è tornato a parlare del problema rifiuti in Campania.

Mentre il suo “capo” Silvio Berlusconi va ovunque a sbandierare di aver compiuto un miracolo, l’ex Commissario straordinario per l’emergenza rifiuti lancia un allarme. L’Asia, la municipalizzata che gestisce i rifiuti della città di Napoli, è piena di debiti e rischia di fallire. Bertolaso spiega che i debiti sono dovuti al fatto che a Napoli nessuna paga la tassa sui rifiuti.

Quando ho letto questa cosa mi è venuto un grappo in gola per la rabbia. Il signor Bertolaso non sa che a Napoli la tassa dei rifiuti è la più alta d’Italia e che dal prossimo autunno ci sarà un aumento del 60% circa. Purtroppo, la situazione non è come la descrive Bertolaso, perché la tassa la pagano in molti. Quindi, egregio Bertolaso non scaricare sui napoletani le responsabilità di altri.

Piuttosto spiegaci perché al posto dei lavoratori napoletani dell’Asia sono stati impiegati i militari(costati 300 milioni di euro) per rimuovere la spazzatura dalle strade durante il periodo di emergenza? Per chi non lo sapesse, costui che fa la predica ai napoletani è indagato nell’inchiesta denominata “Rompipalle”, uno dei filoni d’indagine riguardante il disastro rifiuti a Napoli. Gli indagati sono accusati di concorso in truffa per lo smaltimento dei rifiuti.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Il modello di integrazione di De Magistris

Maxi operazione contro IPTV illegali

Renzi lascia il PD

Bankitalia: Debito pubblico a 2.409,9 miliardi. E’ record

La guerra che fa salire il prezzo del petrolio

Italia Viva è copyright De Luca