Perché si usa Facebook?

Un’indagine realizzata da Swg e Giovani.it fa il punto sull’utilizzo dei social network. Il 76% degli iscritti sostiene di usare molto Facebook e gli altri social network per “condividere informazioni”.

Facebook Un’indagine realizzata da Swg e Giovani.it fa il punto sull’utilizzo dei social network da parte dei navigatori della rete. In Italia il fenomeno Facebook si sta diffondendo a macchia d’olio. Su circa 20 milioni di navigatori circa 10 milioni sono iscritti sul più popolare social network. Alcuni utilizzano Facebook per sconfiggere la solitudine e per rimorchiare, altri lo utilizzano per informarsi, per farsi un'opinione politica e culturale o per pubblicizzare la propria attività professionale.

L’indagine è stata condotta su un campione di 1.326 persone e rileva che la maggior parte degli utilizzatori dei social network va in rete da almeno cinque anni(96%) e che si collegano spesso al Web(48%). Dei circa 10 milioni di iscritti Facebook, il 48% lo sua ogni giorno, il 26,4% quando può e solo il 7% meno di una volta alla settimana. I dati evidenziano però anche una cosa che avevo già previsto un annetto fa sul blog “Maxso’s Blog”. Il 76% degli iscritti sostiene di usare molto Facebook e gli altri social network per “condividere informazioni”. Le informazioni possono essere o articoli di giornali o post di blog. Grazie a questa funzione della condivisione è possibile pubblicizzare il proprio blog. Secondo i dati dell’indagine si scopre che l'80% legge i blog, il 64,2% va a cercare notizie sui blog almeno una volta a settimana, il 21,6% lo fa tutti i giorni. Lo dicevo che Facebook era un ottimo strumento per fare marketing.

Commenti

  1. 35.000 firme raccolte online ed oltre 5000 nelle piazze.
    Aderisci anche tu alla petizione "Non abbiamo bisogno del nucleare"

    http://petizione.perilbenecomune.org

    RispondiElimina
  2. Potevi almeno scrivere questo commento nel post dove si parla di nucleare... :(

    RispondiElimina

Posta un commento

I post più letti negli ultimi sette giorni

CheBanca! non funziona

Il parcheggio abbandonato dal Comune di Napoli

CheBanca! con problemi tecnici

L’amministrazione del degrado di De Magistris

Legambiente: 148 eventi estremi nel 2018

Tari costa in media 300 euro