L’Italia è un popolo di corrotti?

image Transparency International ha stilato la classifica globale del 2009 sulla corruzione del mondo. La graduatoria comprende ben 180 paesi. In questa speciale classifica, l’Italia è al 63esimo posto con 4,3 punti a pari merito con l’Arabia Saudita. Rispetto al 2008 la nostra “bella” nazione è scesa di ben 8 posizioni e ha perso 0,5 punti.

Il dato che dovrebbe far riflettere è che nell’Unione Europea la nostra nazione è al penultimo posto. All’ultimo posto ci sono a pari merito Bulgaria, Grecia e Romania con 3,8 punti. Nella classifica globale la nazione meno corrotta risulta essere la Nuova Zelanda con 9,4 punti, mentre all’ultimo posto c’è la Somalia con 1,1 punti.

A me questa “speciale” graduatoria non sorprende più di tanto. L’Italia è diventato un paese dove l’etica e il rispetto delle regole sono diventate un optional. In fondo, siamo o non siamo il paese in cui “regna” la criminalità organizzata?

Credits: Transparency International.

Commenti

  1. concordo pienamente,se poi a questa classifica si aggiunge quella sulla liberta' di stampa,esce un quadro veramente allucinante (per carita',nulla che non sapessimo gia')

    RispondiElimina
  2. Proprio oggi ho letto su wired un bel articolo sulla libertà sul web. In pratica hanno chiuso un forum di ADUC perché c'erano dei commenti scritti da anonimi... Stiamo messi male...

    RispondiElimina

Posta un commento

I post più letti negli ultimi sette giorni

Comune Napoli affida a Citelum gestione luci votive

La Vela verde non è stata demolita

La propaganda di De Magistris sui lavoratori Whirlpool

La bomba ambientale nell’ex ICM di via nuova delle Brecce

L’ex Villa Russo è diventata una discarica

Il lago di munnezza a Scampia