Un esponente della COL, Lucio Stanca

image Lucio Stanca è una persona che ha ricoperto diversi incarichi nel gruppo IBM fino al 2001, quando decide di “buttarsi” in politica.

Il governo Berlusconi lo nomina Ministro per l’Innovazione e le Tecnologie nel 2001. Nel 2004, Stanca propone e ottiene l’approvazione del governo per la creazione di un portale del turismo. “Italia.it” serviva a colmare una cronica carenza di promozione del turismo italiano. Il portale viene “consegnato” nel febbraio 2007 con un costo totale di 45 milioni di euro. Il 18 gennaio del 2008 il sito viene chiuso perché è pieno di bug. Il 18 luglio 2009 il portale va di nuovo online dopo una profonda “ristrutturazione” costata altri 5 milioni di euro.

Nell’aprile del 2008 è stato eletto alla Camera dei Deputati ed è membro della Commissione per le Politiche Europee. Il 9 aprile 2009 è stato nominato Vice Presidente e Amministratore Delegato di Expo 2015 S.p.A., la società che ha lo scopo di realizzare, organizzare e gestire l'Expo di Milano del 2015. Nonostante ciò, Lucio Stanca non si è dimesso dalla carica di deputato.

Se ancora non l’avete capito, Stanca percepisce due stipendi. Lo stipendio da deputato è di 13 mila euro lordi al mese, mentre quello per l’incarico all’Expo 2015 è di 300 mila euro lordi all’anno più un premio di 150 mila euro. Da quando ricopre questo doppio incarico, Lucio Stanca è uno dei deputati più assente alla Camera. Ad ottobre il tasso di assenze è stato del 95,78%.

Poco dopo la sua nomina, il Consiglio comunale di Milano aveva chiesto a Stanca di scegliere tra le due poltrone. Il deputato del PDL ha risposto “Sono convinto non vi sia incompatibilità”. Nel video potete ammirare l’arroganza di Stanca durante un’intervista rilasciata al programma “Report”.

Commenti

  1. Ahahahah COL-BRA la vendetta!!! ;-DD ri-poveri noi... smaccki, S.

    RispondiElimina
  2. Come diceva Totò in un film "Ed io pago"... Kiss.

    RispondiElimina
  3. Ahahahah sisisi "e io pago!!" ahahaha, un grandissimo...chapeau!!smaccki, S.

    RispondiElimina
  4. "Studiare" i film di Totò è meglio di qualsiasi corso universitario... :)

    RispondiElimina

Posta un commento

I post più letti negli ultimi sette giorni

Comune Napoli affida a Citelum gestione luci votive

La Vela verde non è stata demolita

La propaganda di De Magistris sui lavoratori Whirlpool

La bomba ambientale nell’ex ICM di via nuova delle Brecce

L’ex Villa Russo è diventata una discarica

Il lago di munnezza a Scampia