Berlusconi aumenta il suo reddito di 10 milioni

Silvio Berlusconi sorride per il suo reddito Nei giorni scorsi, a “causa” della legge che impone la trasparenza, sono stati resi noti i redditi 2008 dei parlamentari italiani.

Come prevedibile, Silvio Berlusconi(PDL) guida questa speciale classifica. L’ometto di Arcore nella dichiarazione dei redditi 2009 ha dichiarato un imponibile di 23.057.981 euro, ben 9 milioni in più rispetto alla dichiarazione 2008(relativo all’anno 2007).

Berlusconi è il “paperone” incontrastato del parlamento italiano dal 2003. Nel 2002 si piazzò secondo con 16 miliardi di lire dietro solo a Gianni Agnelli(26 miliardi di lire). Berlusconi essendo un deputato è anche il più ricco alla Camera. Al Senato primeggia Umberto Veronesi(PD) con 1.678.554.

Leggendo la classifica dei “paperoni” si scopre che il Parlamento è diventato un’accozzaglia di imprenditori, professionisti e soprattutto avvocati. Questo significa che molti parlamentari guadagnano grazie alle attività svolte fuori dalle Camere. La maggior parte di questi è militante nelle file del PDL. Di seguito c’è la top ten dei paperoni della Camera e del Senato.

Deputato Reddito
Silvio Berlusconi (PDL) 23.057.981
Santo Versace (PDL) 5.190.127
Antonio Angelucci (PDL) 3.530.528
Amato Berardi (PDL) 2.788.482
Giuseppe Consolo (PDL) 2.524.904
Gerardo Soglia (PDL) 1.800.252
Gaetano Pecorella (PDL) 1.490.083
Niccolò Ghedini (PDL) 1.345.235
Anna Russomanda (PDL) 1.311.444
Donato Bruno (PDL) 1.293.235

Senatore Reddito
Umberto Veronesi (PD) 1.678.554
Alfredo Messina (PDL) 1.260.164
Giuseppe Ciarrapico (PDL) 1.175.516
Salvatore Sciascia (PDL) 992.369
Raffaele Ranucci (PD) 933.009
Carlo Azeglio Ciampi (Misto) 702.224
Francesco Casoli (PDL) 645.958
Gianrico Carofiglio (PD) 632.209
Riccardo Conti (PDL) 608.400
Gianpiero Carlo Cantoni (PDL) 570.425

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Scampia sommersa dai rifiuti

Taglio dei parlamentari è legge

Scuola chiusa per discarica abusiva

Istat: Disoccupazione luglio al 9,5%

Approvato nota al DEF. Stop aumento IVA

Cgia: Grandi imprese evasione maggiore