Cala l’occupazione in Italia

Occupazione in Italia Oggi(24 marzo), l’Istat ha comunicato i dati sull’occupazione e la disoccupazione in Italia. Come prevedibile, per colpa della crisi e di altri fattori, l’occupazione è calata di 383 mila unità(1,2%) rispetto alla media del 2008.

Il tasso di disoccupazione del 2009 è salito al 7,8%, un punto percentuale in più rispetto alla media del 2008. L’occupazione maschile è calata del 2%(-274 mila unità), mentre quella femminile dell’1,1%(-105 mila unità).

Come prevedibile, il calo maggiore dell’occupazione(3%) si è verificato nel Sud(-194 mila unità). Al Nord le persone che hanno perso il lavoro sono 161 mila(1,3%), mentre al Centro sono 25 mila(0,5%). Se si spulciano affondo i dati si scopre che gli italiani ritrovatisi senza un lavoro nel 2009 sono 530 mila unità. A rendere meno amaro il dato sull’occupazione ci hanno pensato gli stranieri. Questa “categoria” ha avuto un incremento dell’occupazione di 147 mila unità(61 mila uomini e 86 mila donne).

Nel quarto trimestre 2009 il numero di occupati risulta pari a 22.922.000 unità(57,5%). Rispetto allo stesso trimestre del 2008 si è avuto un calo dell’1,8%(428 mila unità). Il numero dei disoccupati in cerca di occupazione ha avuto un incremento di 369 mila unità(totale 2.145.000 unità) rispetto al quarto trimestre del 2008.

Aumenta anche il numero degli inattivi, ossia quelle persone che non hanno un lavoro ma non lo cercano perché pensano di non trovarlo. Questa “categoria” ha avuto un incremento dell’1,7%(+253 mila unità).

Credits: Istat.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Comune Napoli affida a Citelum gestione luci votive

Istat: Economia sommersa vale 192 miliardi

Il lago di munnezza a Scampia

L’ex Villa Russo è diventata una discarica

La propaganda di De Magistris sui lavoratori Whirlpool

27 famiglie abbandonate dal Comune di Napoli