Il regalo di Stefano Caldoro per la Campania

Le centrali nucleari in Italia Oggi(25 marzo) è stata la giornata di chiusura della campagna elettorale per regionali.

I Verdi hanno chiuso la loro campagna davanti al Parlamento in un modo molto strano. I dirigenti del “Sole che ride” hanno costruito un mega plastico di una centrale nucleare. I Verdi hanno riprodotto un reattore e simulato un incidente atomico.

Durante la manifestazione, i Verdi hanno parlato dell’innovazione sulle energie rinnovabili, sull’efficienza energetica e sulla mobilità sostenibile. In particolare è stato annunciato il brevetto del solare organico, ovvero di una nuova generazione di celle fotovoltaiche senza silicio e più sostenibili.

I Verdi hanno svelato anche i siti dove si verranno realizzate le centrali nucleari. La prima centrale nucleare sarà costruita a Montalto di Castro in provincia di Viterbo. In seguito verranno realizzate altre 2 centrali a Caorso in provincia di Piacenza e Trino Vercellese(Vercelli). Il governo avrebbe individuato anche la sede per il deposito nazionale di scorie radioattive.

Il governo Berlusconi, con l’appoggio del “valletto” Stefano Caldoro(probabile vincitore in Campania), ha deciso che la Campania debba diventare una regione “ricca” di spazzatura e di scorie radioattive. Sarà l’ex centrale del Garigliano ad ospitare quel dannoso e pericoloso deposito di scorie radioattive. Ecco spiegato perché Caldoro cancellava i commenti sul suo blog. Poveri noi.

Credits: Verdi.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Scampia sommersa dai rifiuti

Taglio dei parlamentari è legge

Scuola chiusa per discarica abusiva

Approvato nota al DEF. Stop aumento IVA

Cgia: Grandi imprese evasione maggiore

Istat: Disoccupazione luglio al 9,5%