Rai per una notte

Rai per una notte Il 25 marzo dalle 20 alle 24 al Paladozza di Bologna ci sarà “Rai Per Una Notte”, uno sciopero bianco per la difesa della libertà di stampa e dell’informazione. La manifestazione - trasmissione sarà condotta da Michele Santoro.

Interverranno in studio i giornalisti Marco Travaglio, Giovanni Floris, Emilio Fede, Gad Lerner, Milena Gabbianelli, Riccardo Iacona, Barbara Serra e molti altri ospiti del mondo del giornalismo e dello spettacolo.  Sarà presente anche Giulia Innocenzi, l’intervistatrice di “AnnoZero”.

All’evento era stato inviato anche Bruno Vespa, ma il conduttore di “Porta a Porta” ha preferito non aderire all’evento. Hanno aderito all’evento Daniele Luttazzi e Roberto Benigni(quest’ultimo con un’intervista). Il comico toscano ha girato uno spot(video) per pubblicizzare la trasmissione di giovedì.

Il conduttore Michele Santoro ha dichiarato “Siamo giornalisti schierati, sì, dalla parte del pubblico. Da Bologna racconteremo quello che ci è accaduto realmente in questi giorni perché non è stato fatto con chiarezza”. Santoro ha chiarato che la trasmissione del 25 costerà 130 mila euro complessivi. L’evento è stato reso possibile grazie al contribuito di 50 mila sottoscrittori.

La Fnsi e l’Usigrai metteranno a disposizione su Internet le riprese video e audio della manifestazione e consentiranno a tutti coloro che vorranno di riprendere e trasmettere in TV o per radio l’intero evento. A tal proposito, segnalo che “Rai Per Una Notte” sarà trasmesso in diretta su Sky TG24, RaiNews24, Current TV, Repubblica TV, Corriere.it, Youdem.tv e da alcune emittenti locali(tipo Napolitivù). Naturalmente sarà possibile vedere la trasmissione anche sul sito raiperunanotte.it.

Commenti

  1. E vai così :) smack, S.

    RispondiElimina
  2. Grande Benigni. Peccato che la trasmissione vada in onda domani... :(

    RispondiElimina

Posta un commento

I post più letti negli ultimi sette giorni

Comune Napoli affida a Citelum gestione luci votive

Istat: Economia sommersa vale 192 miliardi

Il lago di munnezza a Scampia

L’ex Villa Russo è diventata una discarica

27 famiglie abbandonate dal Comune di Napoli

Scampia sommersa dai rifiuti