La politica dei voti di scambio

Renata Polverini e Vincenzo Zaccheo L’etica e la legalità nella nostra società sono diventate un optional. E’ inutile girarci intorno, chi usa metodi poco ortodossi riscuote molto successo e arriva facilmente al potere

La politica di oggi è un giro d’affari da svariati milioni di euro. Chi ha la fortuna di avere un “aggancio” politico si ritrova una strada spianata. Ormai è diventata consuetudine piazzare le figlie e i figli degli amici quando si diventa importanti.

La neo presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, era stata votata perché doveva rappresentare il nuovo che avanza. Invece, l’ex sindacalista ha tutto per continuare sulla stessa falsariga dei suoi predecessori.

Ieri(14 aprile), “Striscia La Notizia” ha trasmesso un fuori onda in cui si nota un “colloquio” tra la Polverini e il sindaco di Latina Vincenzo Zaccheo. La prima cosa che “salta all’orecchio” è il romanesco sguaiato della governatrice del Lazio. Oltre a questo, si nota anche che Zaccheo cerca di di screditare il collega Claudio Fazzone(sempre del PDL) e una raccomandazione per le sue figlie.

Non c’è nient’altro da aggiungere, questa è l’Italia. Per cambiare questo andazzo ci vorrebbe solo una rivoluzione…

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Scampia sommersa dai rifiuti

Taglio dei parlamentari è legge

Scuola chiusa per discarica abusiva

Approvato nota al DEF. Stop aumento IVA

Cgia: Grandi imprese evasione maggiore

Istat: Disoccupazione luglio al 9,5%