Lo spreco del cibo

Cibo sprecato Ieri(13 aprile) è iniziata la seconda edizione di Ecopolis, la manifestazione internazionale dedicata ai temi dell'ambiente urbano e della sostenibilità promossa da Fiera Roma e dalla Camera di Commercio di Roma.

“La Città Che Mangia” è una delle due conferenze principali di questa edizione e riguarda la modalità di gestione dei flussi di cibo sul territorio urbano. Da questo convegno emerge soprattutto che il 30-40% del cibo finisce nella spazzatura.

Nonostante il consumatore focalizzi l’attenzione su gusto, sicurezza e qualità, in città non mangia bene. Questo ha provocato un aumento del numero degli obesi per i quali la spesa sanitaria in Europa è pari al 7%. In campagna invece il numero degli obesi è in diminuzione.

Ilario Perotto, presidente di Angem - Fipe(l'Associazione nazionale delle imprese della ristorazione collettiva) ha dichiarato “L'alimentazione ha un impatto sulla filiera di produzione e sulla popolazione: in Italia, infatti, ogni giorno pranzano fuori casa 11 milioni di persone e circa 1,5 milioni di bambini pranzano nelle mense scolastiche, che a questo punto diventano fondamentali.  Bisogna iniziare a pensare che l'alimentazione è uguale a maggiori consumi e che ogni giorno ci sono sprechi di pasti non consumati o consumati soltanto parzialmente”.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Scampia sommersa dai rifiuti

Taglio dei parlamentari è legge

Scuola chiusa per discarica abusiva

Approvato nota al DEF. Stop aumento IVA

Cgia: Grandi imprese evasione maggiore

Istat: Disoccupazione luglio al 9,5%