Una discarica alle pendici del Vesuvio

Il piano discariche in Campania Da diversi mesi il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi va dicendo che ha risolto il problema rifiuti in Campania.

Considerando che l’immondizia non sparisce, le persone con un po' di cervello si chiedono dove vada a finire la munnezza dei napoletani.

Il “programma” di Silvio Berlusconi e di Guido Bertolaso non prevede nessun riciclo dei rifiuti o incremento della raccolta differenziata, ma solo una serie di “buchi” nella terra e una serie di termovalorizzatori. Uno dei quali(quello previsto a Giugliano) servirà per bruciare le finte ecoballe prodotte dall’Impregilo dal 2000 al 2007.

Nell'ordinanza della Protezione Civile numero 48 del 2009 viene dato il via libera alla realizzazione di una mega discarica da 3,5 milioni di tonnellate di immondizia alle pendici del Vesuvio in un’area protetta dove non possono essere depositati rifiuti di alcun genere. Nel comune di Terzigno, in località Pozzelle, esiste già una discarica che si chiama Cava Sari. Nei pressi di questa discarica c’è Cava Vitiello, ovvero il luogo dove dovrebbe sorgere la mega discarica.

Guido Bertolaso dice che uno degli indicatori principali per capire se una discarica funziona o meno, sono i gabbiani. Se ci sono i gabbiani significa che la discarica è fatta male. Ebbene a Cava Sari ci sono molti gabbiani…

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Il modello di integrazione di De Magistris

Maxi operazione contro IPTV illegali

Renzi lascia il PD

Bankitalia: Debito pubblico a 2.409,9 miliardi. E’ record

Italia Viva è copyright De Luca

La guerra che fa salire il prezzo del petrolio