Il Partito della Nazione?

Pierferdinando Casini Per la serie “cambia il nome ma non il contenuto”, oggi vi parlo del nuovo Partito della Nazione di Pierferdinando Casini.

Venerdì scorso(16 luglio), il leader dell’UDC è stato a Milano per presentare, insieme al coordinatore lombardo Savino Pezzotta, il nascente Partito della Nazione.

Durante il colloquio con i cronisti, Casini ha dichiarato che le dimissioni del sottosegretario Cosentino sono un atto di responsabilità. A quel punto un giornalista ha chiesto se altrettanta responsabilità verrà spesa nella selezione della classe dirigente del Partito della Nazione. In particolare il cronista Franz Baraggino ha menzionato la “situazione” del segretario nazionale dell’UDC Lorenzo Cesa.

Per chi non lo sapesse, Cesa è stato coinvolto nello scandalo Anas. Nel 1993 confessò ai magistrati di aver agevolato moltissimi imprenditori, intercedendo con l'allora ministro dei lavori pubblici Gianni Prandini, e ritirando per lui laute mazzette. In cambio ha fatto carriera. Il 21 giugno 2001 è stato condannato a 3 anni e 3 mesi in primo grado per corruzione aggravata. Nel 2003 la Corte d’Appello ha annullato la sentenza per un grave errore procedurale.

Per Casini basta questo errore procedurale per “tesserare” Cesa come un politico “pulito”. Senza contare che in Senato c’è ancora un certo Salvatore Cuffaro. Questo sarebbe il nuovo che avanza?

Credits: Il Fatto Quotidiano.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Scampia sommersa dai rifiuti

Taglio dei parlamentari è legge

Scuola chiusa per discarica abusiva

Approvato nota al DEF. Stop aumento IVA

Cgia: Grandi imprese evasione maggiore

Istat: Disoccupazione luglio al 9,5%