La strage dei tumori nel casertano

image Un anno fa l’Istituto Superiore della Sanità ha fatto delle indagini su una ricerca eseguita dall’ospedale Monaldi e dall’Enea.

Da quel dossier medico erano emersi dei dati sconcertanti. Lo sversamento illecito di rifiuti nelle campagne coltivate dell'agro Aversano e del litorale Domizio ha provocato un incremento di tumori di tumori nella popolazione che vive nel Casertano.

L’organizzazione mondiale della sanità e il Cnr di Pisa hanno fatto un nuovo studio fra Napoli e Caserta in cui sono stati riscontrati eccessi di mortalità per tumore al polmone, fegato e stomaco nelle popolazioni a ridosso delle discariche abusive gestite dalla camorra. Dallo studio si evince anche che in queste zone le malformazioni alla nascita sono superiori dell’80% rispetto alla media regionale(24,6%).

Sembra quasi che questi studi abbiano scoperto l’acqua calda. Tutti sanno che in Campania c’è qualcosa di anomalo, ma nonostante ciò si fa poco o nulla. La tanto attesa bonifica non è ancora partita e difficilmente partirà. Ora spero che gli esperti facciano uno studio anche sulla qualità dell’aria nella zona nord di Napoli, meglio conosciuta come “La Terra Dei Fuochi”.

Credits: Il Mattino.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Scampia sommersa dai rifiuti

Taglio dei parlamentari è legge

Scuola chiusa per discarica abusiva

Istat: Disoccupazione luglio al 9,5%

Approvato nota al DEF. Stop aumento IVA

Cgia: Grandi imprese evasione maggiore