Manovra: Taglio di mille euro ai deputati

Camera dei deputati Oggi(27 luglio), nell'aula della Camera è ripresa la discussione generale sulla manovra economica. Nel pomeriggio, quasi certamente il governo porrà la fiducia sul maxiemendamento.

I politicanti hanno deciso di “fare” un po' di elemosina per dare il buon esempio. Nella manovra è previsto un taglio di 1.000 euro al mese sulla retribuzione dei deputati.

L’ufficio di presidenza della Camera ha deciso ridurre di 500 euro la diaria di soggiorno(oggi pari a 4.003,11 euro). Inoltre, verrà tagliato di 500 euro la somma destinata al “rapporto eletto-elettore”(i 4.190 euro destinati anche ai portaborse).

Il taglio arriverà anche per i dipendenti della Camera. Chi guadagna sopra i 90 mila euro avrà un taglio del 5% del proprio stipendio, mentre la riduzione sarà del 10% per le retribuzione superiore ai 150 mila euro. Dal 2011 al 2013 saranno sospesi i meccanismi di adeguamento automatico delle retribuzioni. Il risparmio sarà di 60 milioni di euro.

Tra qualche ora anche l’ufficio l'Ufficio di presidenza del Senato deliberà i tagli alle indennità dei senatori. Anche in questo caso il taglio sarà di 1.000 euro al mese con le stesse modalità adottate dalla Camera. Mi domando, quando ci sarà una riforma anche delle pensioni dei deputati e dei senatori?

Commenti

  1. Giovanni Endrizzi27 luglio 2010 16:33

    Solo di bouvette ci costano molto di più; mangiano aragosta a prezzi da fast food e paghiamo noi...

    RispondiElimina
  2. Loro non pagano nemmeno i trasporti. A me scandalizza anche la pensione di questi parlamentari. Bastano 30 mesi di legislatura per avere una pensione a vita. Follia pura!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

I post più letti negli ultimi sette giorni

Scampia sommersa dai rifiuti

Taglio dei parlamentari è legge

Scuola chiusa per discarica abusiva

Approvato nota al DEF. Stop aumento IVA

Cgia: Grandi imprese evasione maggiore

Istat: Disoccupazione luglio al 9,5%