Un gel vaginale contro l'Aids

Gel vaginale Nel mondo ci sono oltre 33 milioni di persone infettate dal virus Hiv, due terzi delle quali vivono nell’Africa sub-sahariana. Il 60% delle persone contagiate dal virus Hiv sono donne. All’orizzonte però sembra esserci una nuova speranza per ridurre la diffusione del virus Hiv.

Nella seconda giornata della XVIII conferenza internazionale sull'Aids a Vienna si è discussa di un gel vaginale microbicida capace di ridurre il rischio di contagio del virus Hiv. Lo studio è stato condotto dal ricercatore sudafricano Salim Abdool Karim. Il gel vaginale è stato sperimentato con successo in Sudafrica su 900 donne.

Gli studiosi hanno affermato che combinandolo al Tenofovir(un farmaco antiretrovirale) e applicandolo 12 ore prima o dopo un rapporto sessuale, il gel vaginale può ridurre il rischio di contagio del 39% in donne fra 18 e 40 anni. La percentuale sale al 54% se il gel viene usato con molta frequenza. In termini temporali il gel battericida riduce del 50% la percentuale delle infezioni dopo un anno di utilizzo, del 39% dopo due anni e mezzo.

Michel Sidibe, direttore esecutivo del programma Unaids dell’Oms, ha dichiarato “Con questo gel, su dieci donne infettate ogni anno ce ne sarebbero solo sei. Stiamo dando una grande speranza alle donne. Per la prima volta abbiamo visto dei risultati nella prevenzione dell'Aids con un'opzione in mano alle donne”.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Scampia sommersa dai rifiuti

Taglio dei parlamentari è legge

Scuola chiusa per discarica abusiva

Istat: Disoccupazione luglio al 9,5%

Approvato nota al DEF. Stop aumento IVA

Cgia: Grandi imprese evasione maggiore