Vacanze: Il 46% degli italiani resta a casa

Positano La settimana scorsa il ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla in una conferenza stampa a Palazzo Chigi disse che nel 2010 sarebbero andati in vacanza 30 milioni di italiani. A molti questa dichiarazione è sembrato quasi uno spot anti crisi. Ma com’è veramente la situazione?

“Federalberghi” ha realizzato una ricerca con il supporto tecnico dell'istituto “Emg” utilizzando il sistema CATI(interviste telefoniche) su un campione di 1.200 Italiani maggiorenni, rappresentativi di oltre 47 milioni di connazionali. Dai dati forniti da “Federalberghi” si evince che il numero di italiani che hanno deciso di trascorrere una vacanza lontano dalle mura domestiche a giugno, luglio, agosto o settembre è pressoché identico a quello del 2009(51,3% contro 51,2%). La novità riguarda invece le persone che restano a casa.

Secondo “Federalberghi” non andranno in vacanza il 46,3% degli italiani. Rispetto al 2009 c’è stato un incremento del 2,5%. Nella maggior parte dei casi gli italiani rinunciano alle vacanze per problemi economici(54,9%). “Federalberghi” segnala anche che chi andrà in vacanza quest’anno spenderà il 20% in più rispetto al 2009.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Scampia sommersa dai rifiuti

Taglio dei parlamentari è legge

Scuola chiusa per discarica abusiva

Istat: Disoccupazione luglio al 9,5%

Approvato nota al DEF. Stop aumento IVA

Cgia: Grandi imprese evasione maggiore