Arriva il superticket in Campania

Stefano Caldoro Il governatore della Campania, Stefano Caldoro, si ritrova una brutta gatta da pelare. La Regione ha i conti in rosso e rischia seriamente di fallire. Il debito ammonta a 13 miliardi di euro, di cui 5,5 miliardi relativi solo alla sanità.

La giunta Caldoro taglierà del 20% gli stipendi dei 7 mila dipendenti regionali. Ma non finisce qui. Per salvare il salvabile, la Regione Campania potrebbe introdurre il superticket per mettere in ordine i conti della Sanità.

La scelta è impopolare e certamente non farà contenti gli elettori di Caldoro. C’è però una piccolo spiraglio. Il superticket potrebbe essere evitato se il governo centrale sbloccherà i 2,5 miliardi euro del fondo sanitario nazionale e i 500 milioni di euro dei fondi Fas.

Il 15 settembre il governatore Caldoro sarà a Roma per un vertice con i tecnici dei ministeri dell’Economia e della Salute. Chiederà di sbloccare i 3 miliardi di euro. Se l’incontro non porterà a nulla, dal 15 settembre i campani si ritroveranno un incremento sostanzioso sul ticket dei farmaci. L’aumento porterebbe nelle casse regionali 168 milioni di euro all’anno. Fino a dicembre 2010 le entrate previste ammonterebbero a 42 milioni.

La politica clientelare di Bassolino ha portato la Campania sull’orlo del fallimento. Un dubbio atroce assilla la mia mente. Negli ultimi 10 anni l’opposizione dov’era?

Commenti

  1. Come al solito sono i cittadini a pagare le scelte scellerate dei loro amministratori...
    Ciao :)

    RispondiElimina
  2. Pagano sempre quelli che stanno alla base della piramide. Poveri noi...

    RispondiElimina
  3. Che devo commentare ? La notizia si commenta da sola: E' UNO SCHIFO e che PIU' SCHIFO NON SI PUO'

    RispondiElimina
  4. Non è uno schifo, perchè si tratta di "inculamento" ai danni dei contribuenti.

    RispondiElimina

Posta un commento

I post più letti negli ultimi sette giorni

Scampia sommersa dai rifiuti

Taglio dei parlamentari è legge

Scuola chiusa per discarica abusiva

Approvato nota al DEF. Stop aumento IVA

Cgia: Grandi imprese evasione maggiore

Istat: Disoccupazione luglio al 9,5%