Comune di Napoli: Condono per la TARSU

Condono anche per la TARSU? Il Comune di Napoli ha un enorme buco nel bilancio. I soldi liquidi scarseggiano. Per ovviare(in parte) a questo problema è stato deciso di condonare le multe derivata dal codice della strada fino al 31 dicembre del 2004.

L’iniziativa ha riscosso un discreto successo. I cittadini, pur di togliersi dai piedi l’Equitalia, hanno pagato senza battere ciglio. I soldi però non sono abbastanza per riempiere la “voragine” nel bilancio comunale. Per questo motivo il Comune di Napoli vuole istituire un condono per la TARSU.

A lanciare questa “strana” proposta è stato Michele Saggese, assessore alle Finanze al Comune di Napoli. Saggese ha dichiarato “Un condono per la TARSU? A settembre: sul modello di quello per le multe. Ovvero azzerare le sanzioni e cercare di incassare più o meno una cinquantina di milioni entro dicembre”.

L’assessore spiega che senza nuove entrate il Comune rischia la bancarotta. Saggese ha aggiunto “Le nostre problematiche sono chiare a tutti, abbiamo problemi di cassa. Ci servono i soldi cash, questa la nostra sofferenza. Ci servono per fare scendere i tempi dei pagamenti dei nostri fornitori da 27 mesi a 20, sempre un’eternità ma almeno più sopportabile”.

Nella regione Campania il 30% delle famiglie non paga la TARSU. A Napoli una famiglia su tre evade la tassa sui rifiuti. Se il Comune riuscisse a scovare “solo” il 50% degli evasori incasserebbe molti più soldi. Invece, si preferisce premiare gli “evasori” facendo l’ennesimo condono. La gente per bene(quella che paga le tasse) si è stancata di essere presa in giro dalle istituzioni…

Credits: Il Mattino.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Comune Napoli affida a Citelum gestione luci votive

Istat: Economia sommersa vale 192 miliardi

Il lago di munnezza a Scampia

L’ex Villa Russo è diventata una discarica

27 famiglie abbandonate dal Comune di Napoli

Scampia sommersa dai rifiuti