La Guardia di finanza scopre un milione di euro di affitti in nero

Una casa a Cervia Per molte persone le vacanze estive servono per staccare la spina dai ritmi caotici presenti in città. Non tutti però vanno in vacanza. Alcuni in estate fanno dei veri e propri affari. E’ il caso dei proprietari di case in località balneare.

La Guardia di Finanza ha fatto dei controlli sulle attività economiche e commerciali legate alla stagione estiva. I finanzieri hanno scoperto oltre un milione di euro di affitti in nero. Le verifiche sono state in tutto 150, effettuate nelle località balneari di Puglia, Sardegna, Lazio, Sicilia, Toscana, Liguria, Emilia Romagna e Calabria.

A Cervio(Ravenna) sono stati individuati due evasori totali proprietari di 37 appartamenti situati sul litorale. Tra il 2006 e il 2009 costoro avevano dichiarato al fisco appena 50 mila euro l’anno. I controlli fatti dai finanzieri hanno ricostruito un reddito evaso pari a oltre mezzo milione di euro.

I proprietari di case “balneari” non sono i soli ad evadere il fisco. Nel giugno 2009 l’associazione “Contribuenti.it” fece un’indagine sul reddito dei gestori degli stabilimenti balneari. Secondo la ricerca, in Italia due ombrelloni su tre vengono affittati al cliente senza rilasciare lo scontrino e quindi evadendo le tasse.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Comune Napoli affida a Citelum gestione luci votive

Istat: Economia sommersa vale 192 miliardi

Il lago di munnezza a Scampia

L’ex Villa Russo è diventata una discarica

La propaganda di De Magistris sui lavoratori Whirlpool

27 famiglie abbandonate dal Comune di Napoli