Berlusconi indagato a Roma per evasione fiscale

Silvio e Piersilvio BerlusconiNon c’è pace per Silvio Berlusconi. Oltre ai giudici di Milano, anche quelli di Roma hanno preso una “strana” fissazione contro di lui.

La procura di Roma ha aperto un’inchiesta sui bilanci di RTI(Reti televisive italiane), nel periodo(2003-2004) in cui la società aveva sede legale nella Capitale. La RTI è controllata al 100 per cento da Mediaset.

Questa indagine è un stralcio dell'inchiesta milanese sulla compravendita dei diritti tv e cinematografici Mediaset. Silvio Berlusconi, Piersilvio Berlusconi e altri dirigenti sono indagati per evasione fiscale e reati tributari. I Berlusconi sono stati convocati in Procura il 26 ottobre prossimo, ma quasi certamente sia Silvio che Piersilvio non si presenteranno in aula.

Niccolò Ghedini, avvocato del premier, ha dichiarato “Le indagini che sarebbero in corso presso la procura di Roma, che agirebbe in quanto alcune società avevano ivi sede, non possono che sostanziarsi nella contestazione di ipotesi praticamente identiche a quelle già prospettate dalla procura di Milano, ancorché per anni diversi. Dall'eventuale prosieguo delle indagini si potrà comunque agevolmente evidenziare come i prezzi dei diritti fossero assolutamente congrui e acquistati da società terze e che pacificamente il presidente Berlusconi e Piersilvio Berlusconi sono totalmente estranei ai fatti in oggetto, dovendosi quindi pervenire a una pronta archiviazione”.

A questo punto una domanda sorge spontanea. Ma se sono innocenti, perché non si presentono in aula a chiarire la loro posizione?

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Chef non trova lavapiatti per colpa del reddito di cittadinanza

CheBanca! con disservizi

Rimodulazione Vodafone da settembre 2019

Flat tax con aliquota al 15% fino a 55 mila euro

Crescono ricavi calcio italiano

Il business degli affidi