Draghi: In Italia disoccupazione all’11%

Obiettivo lavoroOggi(28 ottobre), il governatore della Banca d’Italia, Mario Draghi, è intervenuto alla “Giornata mondiale del risparmio”.

Draghi ha dichiarato la cosa più logica, ovvero che per rilanciare i consumi bisogna creare occupazione. Il governatore è molto preoccupato perché il numero di occupati si è ridotto in Italia di 560.000 persone tra il secondo trimestre del 2008 e il quarto del 2009.

Il governatore ha dichiarato “Le persone che hanno perso il proprio posto di lavoro sono in gran parte appartenenti a quell'area che include i contratti di lavoro a tempo determinato e parziale e il lavoro autonomo con caratteristiche di lavoro dipendente occulto”. Draghi ha aggiunto che in Italia c’è un tasso di sottoutilizzo superiore all’11% delle persone potenzialmente occupabili. Quindi la disoccupazione reale non è all’8,2% come dice l’Istat. Una domanda sorge spontanea, da dov’è uscito quell’altro 3%?

Draghi ha conteggiato anche le persone in Cig e i disoccupati scoraggiati, ovvero quelle persone che non cercano il lavoro pur non avendolo. Per la cronaca, queste “categorie” vengono conteggiate in Francia, Regno Unito e Germania. Invece, in Italia questi disoccupati erano dei “fantasmi” fino ad oggi.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Comune Napoli affida a Citelum gestione luci votive

Istat: Economia sommersa vale 192 miliardi

Il lago di munnezza a Scampia

L’ex Villa Russo è diventata una discarica

La propaganda di De Magistris sui lavoratori Whirlpool

27 famiglie abbandonate dal Comune di Napoli