Gruppo Femen contesta Putin

Il gruppo FemenIeri(27 ottobre), Vladimir Putin è stato in Ucraina per un incontro bilaterale. Il primo ministro russo non è stato accolto molto bene. Il gruppo femminista “Femen” è sceso in piazza a Kiev per protestare contro il “nano” russo. Sotto la statua di Lenin, cinque bellissime ragazze in topless hanno alzato in aria i loro manifesti scandendo “l’Ucraina non è Alina”.

Alina Kabaeva è un’ex ginnasta russa considerata l’amante di Putin dalla cronaca scandalistica. Il gruppo di femministe, sulla scena internazionale dal 2008, non vuole l’influenza russa sulla politica dell’Ucraina. Su uno dei cartelli c’era scritto “Non ci arrenderemo al Cremlino”. Questa protesta mi ha fatto molto riflettere. In Italia avviene esattamente il contrario: un gruppo di donne si è fatto comprare con 50 euro per accogliere il dittatore libico Gheddafi. Le italiane dovrebbe imparare dalle Femen.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Chef non trova lavapiatti per colpa del reddito di cittadinanza

CheBanca! con disservizi

Rimodulazione Vodafone da settembre 2019

Flat tax con aliquota al 15% fino a 55 mila euro

Crescono ricavi calcio italiano

Il business degli affidi