Le domande scomode di Eugenio Benetazzo

La PiazzaNei giorni scorsi Eugenio Benetazzo è stato ospite ad “Antenna 3” nella trasmissione “La Piazza”. Il tema principale è stato l’economia. Il saggista economico ha fatto alcune domande scomode ai politicanti presenti in studio.

Benetazzo è partito subito a razzo. Il saggista economico ha chiesto come mai il 21 settembre 2010 l’abolizione del vitalizio dei parlamentari è stato votato alla Camera “solo” da 22 parlamentari su 525. Per chi ancora non lo sapesse, i pensionati parlamentari ci costano 143.981.520 euro all’anno. Il politicante(del PDL?) presente in studio ha girato la frittata parlando del finanziamento pubblico(?) all’Italia dei Valori. Benetazzo ha risposto “Non me frega niente dell’IDV. Voglio sapere perché non è stato votato l’abolizione del vitalizio”.

Dopo un breve accenno sull’oro e sul regime fascista, il saggista economico ha fatto 3 proposte per rilanciare il paese. Benetazzo propone la fiscalizzazione di tutte le ricevute di pagamento come avviene nei paesi scandinavi. In questo modo emergerebbero 130 miliardi di euro. La seconda proposta è l’istituzione delle quote import. Infine, tassare(o legalizzare) la prostituzione. Così facendo, ogni anno ci sarebbero tra i 25 e i 30 miliardi di euro in più nelle casse dello Stato. Vi fanno schifo?

Commenti

  1. Che mito che è.... :))) smack, S. *_*

    RispondiElimina
  2. Benetazzo dice sempre cose interessanti...

    RispondiElimina
  3. Faresti credere insieme con il denaro multi gazillion di investimento che Wikipedia potrebbe acquistare alcuni server molto di più.

    RispondiElimina

Posta un commento

I post più letti negli ultimi sette giorni

Intesa Sanpaolo non funziona

Il salvataggio di Alitalia

Via Marco Rocco di Torrepadula a rischio crollo

Unicredit taglia 8 mila posti di lavoro

Istat: Lettori di libri stabili in Italia

CheBanca! con problemi tecnici