Napoli: Tagli di linee e orari per funicolari e bus

Tagli al trasporto pubblico a NapoliNon c’è pace per i cittadini napoletani. Dopo l’aumento del ticket, la Regione Campania taglia i fondi(una quota tra il 6 e il 12 per cento) per il trasporto pubblico.

Le aziende di trasporto pubblico, Metronapoli e Anm, fanno sapere che ripianare il debito sarà difficile e che nei prossimi mesi dovranno fare tagli al personale. Tradotto, significa che il servizio sarà ancora più scadente di oggi.

La prima mossa sarà quella di anticipare la chiusura delle funicolari di Chiaia e Centrale. L’ultima corsa sarà alle 22 e non più alle 00:30. Gli addetti in soprannumero saranno riconvertiti nel ruolo di macchinista. La linea 1 della metropolitana dovrebbe avere una riduzione delle corse nelle fasce orarie meno utilizzata. I tagli però riguarderanno anche il trasporto su gomma. Verranno soppresse le linee meno utilizzate e ridotta la frequenza delle corse. Inoltre, verrà anticipato l’esercizio notturno da mezzanotte alle 22.

Antonio Simeone, presidente Anm, ha dichiarato “Per far quadrare il bilancio dobbiamo ridurre il servizio degli autobus da 31 milioni di chilometri di percorrenza annua, 23 in città e 8 sui percorsi extraurbani, a 24 milioni di chilometri, 17 a Napoli e 7 fuori Napoli. Sette milioni di chilometri in meno”.

L’ex sindaco Antonio Bassolino aveva in mente di far diventare Napoli una città europea. Invece, oggi Napoli è una città invasa dalla monnezza con tante strade piene di voragini e disoccupazione alle stelle. Tra poco avremo anche un trasporto pubblico da terzo mondo. E meno male che si voleva disincentivare l’uso dell’auto…

Credits: Il Mattino.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Chef non trova lavapiatti per colpa del reddito di cittadinanza

CheBanca! con disservizi

Rimodulazione Vodafone da settembre 2019

Flat tax con aliquota al 15% fino a 55 mila euro

Crescono ricavi calcio italiano

Il business degli affidi