Chi è l’aggressore di Cristiano?

Chi è quest'uomo?Negli ultimi giorni quasi tutti i media hanno parlato degli scontri avvenuti a Roma dopo il voto di fiducia al governo Berlusconi. Il 14 dicembre è accaduto anche un fatto insolito e allo stesso tempo gravissimo. Un ragazzo di 15 anni è stato colpito in testa con un casco motociclistico, in maniera violentissima, da un’altra persona(video).

Cristiano, così si chiama il ragazzo, da cinque giorni è in ospedale con un grave bollettino medico: frattura del setto nasale, della mandibola oltre a un grave trauma cranico con ematoma all’interno del cervello. Dell’aggressore(foto) si sa poco o nulla. “Il Fatto Quotidiano” rivela che si tratterebbe di uno studente universitario trentenne di Roma. Ieri(18 dicembre), il quotidiano scriveva che il tizio era in procinto di costituirsi alla polizia. Nel momento in cui scrivo l’indiscrezione non si è verificata.

L’identificazione dell’aggressore va avanti a rilento(volutamente?). Sul social network Facebook è stato creato il gruppo “Scontri a Roma: atto violento ai danni di un quindicenne” per velocizzare l’identificazione del tizio. Nelle info c’è scritto quanto segue:

“Non sappiamo chi sia costui, che ruolo abbia. Vi chiediamo di segnalarci tramite email, all'indirizzo controlaviolenza@gmail.com, il nome del responsabile di questo atto di violenza, del tutto gratuito e ingiustificabile. Questa pagina ha il solo ed esclusivo scopo di mettere questo criminale, e tutti coloro che possono essere imputabili dell'accaduto, di fronte alle proprie responsabilità.
Per questo abbiamo scelto di disattivare i commenti. Le eventuali valutazioni di carattere politico, infatti, saranno lasciate a chi fa questo di mestiere. Grazie dell'attenzione e del vostro aiuto”

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Comune Napoli affida a Citelum gestione luci votive

Istat: Economia sommersa vale 192 miliardi

Il lago di munnezza a Scampia

L’ex Villa Russo è diventata una discarica

La propaganda di De Magistris sui lavoratori Whirlpool

27 famiglie abbandonate dal Comune di Napoli