Il DDL per abrogare il Decreto Pisanu

Roberto Maroni Ieri(20 dicembre), ho scritto un post in cui ho segnalato che non c’era nessun emendamento per il Wi-Fi libero. Non è così. Questa mattina, Guido Scorza ha fatto una rettifica sul suo blog.

Il 13 dicembre del 2010 è stato presentato al Senato il testo di un disegno di legge. Il DDL è stato assegnato il 15 dicembre, ma ancora non è stato preso in esame. L’articolo 3, denominato “Accesso ad internet attraverso tecnologia senza fili”, del disegno di legge N. 2494 prevede quanto segue:

“La previsione non determina oneri a carico della finanza pubblica in quanto si limita ad abrogare l’articolo 7 del decreto-legge 27 luglio 2005, n. 144, convertito, con modificazioni, dalla legge 31 luglio 2005, n. 155”.

In pratica, questo articolo abrogherà il tanto “odiato” articolo 7 del Decreto Pisanu. Per chi ancora non lo sapesse, l’attuale normativa impone ai gestori di esercizi pubblici di identificare, a mezzo documento di identità, i clienti che accedono alla connessione Wi-Fi. Al momento, non si sa ancora se il Wi-Fi diventerà “Full Free” oppure ci vorrà il numero del cellulare per accedere. Vedremo.

Il DDL quasi certamente non verrà approvato entro il 31 dicembre 2010. Quindi il Wi-Fi resterà “chiuso” anche il 1 gennaio 2011, ovvero la data indicata da Roberto Maroni per il ritorno al Wi-Fi libero in Italia.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Comune Napoli affida a Citelum gestione luci votive

Istat: Economia sommersa vale 192 miliardi

Il lago di munnezza a Scampia

27 famiglie abbandonate dal Comune di Napoli

Scampia sommersa dai rifiuti

Scampia è diventata la discarica di De Magistris