Il DDL per abrogare il Decreto Pisanu

Roberto Maroni Ieri(20 dicembre), ho scritto un post in cui ho segnalato che non c’era nessun emendamento per il Wi-Fi libero. Non è così. Questa mattina, Guido Scorza ha fatto una rettifica sul suo blog.

Il 13 dicembre del 2010 è stato presentato al Senato il testo di un disegno di legge. Il DDL è stato assegnato il 15 dicembre, ma ancora non è stato preso in esame. L’articolo 3, denominato “Accesso ad internet attraverso tecnologia senza fili”, del disegno di legge N. 2494 prevede quanto segue:

“La previsione non determina oneri a carico della finanza pubblica in quanto si limita ad abrogare l’articolo 7 del decreto-legge 27 luglio 2005, n. 144, convertito, con modificazioni, dalla legge 31 luglio 2005, n. 155”.

In pratica, questo articolo abrogherà il tanto “odiato” articolo 7 del Decreto Pisanu. Per chi ancora non lo sapesse, l’attuale normativa impone ai gestori di esercizi pubblici di identificare, a mezzo documento di identità, i clienti che accedono alla connessione Wi-Fi. Al momento, non si sa ancora se il Wi-Fi diventerà “Full Free” oppure ci vorrà il numero del cellulare per accedere. Vedremo.

Il DDL quasi certamente non verrà approvato entro il 31 dicembre 2010. Quindi il Wi-Fi resterà “chiuso” anche il 1 gennaio 2011, ovvero la data indicata da Roberto Maroni per il ritorno al Wi-Fi libero in Italia.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Chef non trova lavapiatti per colpa del reddito di cittadinanza

Rimodulazione Vodafone da settembre 2019

CheBanca! con disservizi

Flat tax con aliquota al 15% fino a 55 mila euro

Perché si usa Facebook?

OIM: 641.398 migranti in Libia