Il video della rissa tra Bocchino e Bondi a Ballarò

Bocchino e Bondi a BallaròLa “guerra” tra PDL e FLI non si è conclusa con il voto di fiducia di oggi. I due schieramenti sono ormai agli antipodi. La conferma arriva nel programma “Ballarò”. Nella puntata di questa sera erano ospiti di Giovanni Floris il ministro Sandro Bondi(PDL), Italo Bocchino(FLI), Gianfranco Rotondi(PDL), Rosy Bindi(PD) e Nichi Vendola(SL). Gli ultimi tre hanno fatto quasi da “soprammobile”.

I protagonisti della serata sono stati Bondi e Bocchino. Gli ex colleghi di partito se le sono dette di tutti i colori. Bocchino ha più volte punzecchiato l’ex comunista Bondi. La polemica inizia con la faccenda del “lei”. Bondi dice “Non mi interrompa onorevole Bocchino, io non l'ho interrotta”. A quel punto il finiano, tra il serio e il faceto, risponde “Ma come Sandro, mi dai del lei? Ci siamo sempre dati del tu”.

A quel punto l’ex comunista si innervosisce un po' e controbatte dicendo “Le do del lei dentro e fuori di qua, perché non la stimo affatto!”. Bocchino risponde con un fendente. Il finiano dice “Io invece ti stimo Sandro, come ti stimano in tutto il mondo per come stai gestendo la cultura italiana e Pompei”. Non l’avesse mai fatto. Bondi va su tutte le furie e dice urlando “Dopo la sconfitta di oggi dovresti andare a nasconderti!”.

A quel punto interviene Floris che interrompe la diatriba per dare la parola a Paolo Mieli. Ma prima di “oscurare” i microfoni si sente Bocchino che dice a Bondi di aver assunto la sua famiglia al Ministero. Peccato che Floris non abbia fatto andare avanti la discussione. Sarebbe venuto fuori che i “pidiellini” amano piazzare i propri parenti un po' ovunque.

Commenti

  1. Poveri noi...io ci speravo..e invece..è ancora là..smaccki, S. :(

    RispondiElimina
  2. Io no. Lo sapevo che andava a finire così. Il potere dei soldi.

    RispondiElimina

Posta un commento

I post più letti negli ultimi sette giorni

Chef non trova lavapiatti per colpa del reddito di cittadinanza

CheBanca! con disservizi

Rimodulazione Vodafone da settembre 2019

Flat tax con aliquota al 15% fino a 55 mila euro

Crescono ricavi calcio italiano

Il business degli affidi