Le vajasse sono arrivate al Parlamento europeo

La Ronzulli viene zittita dal presidente di turnoDopo il caso tra Mara Carfagna e Alessandra Mussolini, la “moda” della parola “vajassa” arriva anche al Parlamento europeo.

Oggi(15 dicembre), nell’emiciclo di Strasburgo c’erano le dichiarazioni di voto sulla relazione della Carta dei diritti fondamentali della UE.

Sonia Alfano, europarlamentare dell’IDV, ha “condannato” le costanti violazioni della Carta da parte del governo italiano, riferendosi in particolare all'accordo Italia-Libia, alla legge bavaglio e ai processi che hanno visto implicato il premier. Alfano ha aggiunto “Il 9 dicembre il Parlamento europeo festeggiava la giornata contro la corruzione, ieri il Parlamento italiano ha lanciato la prima giornata per la corruzione dei deputati”.

Vi sbagliate di grosso, se pensate che quelli del PDL siano stati in silenzio per tutto il tempo. Questa volta è stata Licia Ronzulli(foto) a fare la parte del “kamikaze”. L’europarlamentare del PDL ha cercato in tutti i modi di interrompere l’esponente dell’Italia dei Valori. La tattica della “pidiellina” però non è andata a buon fine.

La Ronzulli si è beccata una “stoccata” dalla Alfano. L’europarlamentare dell’IDV ha detto “Stai zitta. Le vajasse sono arrivate anche al Parlamento europeo”. Dopo alcuni secondi è intervenuto anche il presidente di turno. Ecco cosa ha detto alla Ronzulli:

“Sit down! Stop talking, please! This is not appropriate in the chamber of the parliament. You do not have the floor. Respect! If you stand up again and interrupt the session I will ask you to leave the chamber. Is that clear enough? Do not do it again!”

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Chef non trova lavapiatti per colpa del reddito di cittadinanza

CheBanca! con disservizi

Rimodulazione Vodafone da settembre 2019

Flat tax con aliquota al 15% fino a 55 mila euro

Crescono ricavi calcio italiano

Il business degli affidi