Napoli: Buon Natale con la munnezza

Rifiuti a Napoli Nonostante i vari proclami di Silvio Berlusconi e e le promesse dell’assessore Paolo Giacomelli, molte zone di Napoli sono ancora invase dai rifiuti. Oggi(25 dicembre), 1400 le tonnellate di spazzatura giacciono ancora lungo le arterie della città.

La raccolta procedeva abbastanza bene. Poi sono arrivate le feste che hanno complicato un po' le cose. Tra il 23 e il 24 dicembre sono state raccolte 1532 tonnellate di spazzatura. Ieri, la raccolta si è fermata a 920 tonnellate. I rifiuti sono stati sversati nella discarica di Chiaiano, perché gli Stir oggi chiudevano per ferie.

Nella discarica di Chiaiano sono arrivati 95 autocompattatori, ma solo 70 sono riusciti a sversare. Gli altri 25 non hanno fatto in tempo a rovesciare il loro carico a causa della chiusura della discarica, avvenuta intorno alle 12. Proprio la chiusura degli impianti per due giorni creerà un po' di problemi alla raccolta. L'assessore Giacomelli ha rinnovato l'appello a trattenere in casa almeno fino a lunedì 27 i rifiuti, specie la frazione secca, scatole e cartoni.

Il governatore Stefano Caldoro poteva farci evitare questa ennesima figura di “sterco” con un provvedimento ad hoc. 4-5 giorni prima di Natale avrebbe potuto “aprire” le altre discariche della Campania per sversare i rifiuti di Napoli. Ma si sa, in questo modo avrebbe perso un po' di consenso.

Commenti

  1. ciao sfaccimmi: Che ne dite di uno scambio link? Noi siamo MDG Munnezzadagente, un bloghettino che racconta la merda napoletana (curato da napoletani!)
    Avremmo voluto contattarvi via mail ma non abbiamo trovato nessun indirizzo (o forse siamo noi i cecati). Saluti e buon natale

    RispondiElimina
  2. Vi ringrazio. Ma non amo gli scambi link. Saluti.

    RispondiElimina

Posta un commento

I post più letti negli ultimi sette giorni

Comune Napoli affida a Citelum gestione luci votive

Istat: Economia sommersa vale 192 miliardi

Il lago di munnezza a Scampia

27 famiglie abbandonate dal Comune di Napoli

Scampia sommersa dai rifiuti

Scampia è diventata la discarica di De Magistris