Pubblicato in GU il “Milleproroghe”. Il Wi-Fi torna semilibero

Internet pointDopo anni di battaglie e ripetuti annunci, il Wi-Fi torna “semilibero” anche in Italia. Sulla Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il “Milleproroghe”, che tra le altre cose abolisce quasi tutti gli obblighi introdotti con il decreto Pisanu nel 2005.

Questo significa che bar, ristoranti, hotel non dovranno più identificare gli utenti e registrarne il traffico. Discorso a parte per gli internet-point. Fino al 31 dicembre 2011 i gestori saranno obbligati a richiedere una licenza al Questore per qualsiasi punto di accesso internet pubblico.

La notizia è stata presa con soddisfazione dai navigatori, associazioni di categoria e organizzazioni per le libertà online. Certo, c’è da fare ancora molto per parlare di Wi-Fi completamente libero. Ora l'attenzione si sposta sulla fase di conversione in legge, prevista entro due mesi. Esponenti della maggioranza hanno già annunciato la sostituzione delle vecchie norme con nuovi obblighi più “leggeri” e meno invasivi. Vedremo cosa si inventeranno.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Chef non trova lavapiatti per colpa del reddito di cittadinanza

Rimodulazione Vodafone da settembre 2019

CheBanca! con disservizi

Flat tax con aliquota al 15% fino a 55 mila euro

Perché si usa Facebook?

OIM: 641.398 migranti in Libia