Lepore: La politica non vuole risolvere il problema rifiuti di Napoli

Il geyser di percolato a Villaricca. La foto è stata scattata nel giugno del 2007 da Giovanni Parascandola Ladonia, appuntato dei carabinieriQuesta mattina(28 gennaio), i napoletani hanno scoperto che il percolato delle discariche veniva immesso senza alcun trattamento nei depuratori e finiva in mare inquinando gran parte della costa della Campania.

Nel corso della conferenza stampa indetta in seguito all’operazione che ha portato all’arresto di 14 persone(tra cui Marta Di Gennaro e Corrado Catenacci), Giovandomenico Lepore ha rilasciato alcune dichiarazioni molto interessanti. Il procuratore di Napoli ha dichiarato “Penso che non ci sia la volontà da parte delle forze politiche di risolvere il problema dei rifiuti, altrimenti a quest'ora sarebbe stato risolto”.

Lepore va oltre e parla anche dei problemi che stanno sorgendo nell’individuare la nuova discarica. Il procuratore ha detto “Sanno tutti che bisogna costruire una nuova discarica ma non si riesce ad individuarne il sito. Io ripeto da tempo che la discarica deve sorgere o in provincia di Benevento o in provincia di Avellino dove ci sono ancora ampi spazi: ma si continua a perdere tempo. Fino ad oggi non si è visto neppure un operaio mettere mano ai lavori per la costruzione dell’inceneritore di Napoli Est”.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Comune Napoli affida a Citelum gestione luci votive

Istat: Economia sommersa vale 192 miliardi

Il lago di munnezza a Scampia

27 famiglie abbandonate dal Comune di Napoli

Scampia sommersa dai rifiuti

Scampia è diventata la discarica di De Magistris