Lite in diretta tra Masi e Santoro

Michele Santoro ad "AnnoZero"Dopo l’anteprima della puntata di questa sera di “AnnoZero” c’è stata una gustosissima sorpresa. Il direttore generale della Rai Mauro Masi ha telefonato per dissociarsi dall’impostazione della puntata. Sembra una barzelletta, ma Masi ha fatto una dissociazione preventiva manco fosse uno dei personaggi del film “Minority Report”.

Il direttore generale della Rai ha esordito così: “Non sono mai intervenuto nemmeno quando mi ha insultato in diretta, ma stavolta faccio un’eccezione”. Santoro subito controbatte dicendo “Come lei sostiene, non come i telespettatori sanno. E' lei a sostenere che l'ho insultata in diretta”.

Dopo questo primo battibecco, Masi dichiara “A tutela dell'azienda di cui sono direttore generale e che è anche la sua azienda, mi dissocio nella maniera più chiara dal tipo di trasmissione che lei sta impostando, ad avviso mio e dei nostri legali in base al codice di autoregolamentazione sulla rappresentazione dei processi in TV”.

A questo punto Santoro incalza il direttore generale chiedendogli se a suo avviso la trasmissione violasse le regole e minaccia di non proseguire “AnnoZero” se la trasmissione viola le regole. Masi ammorbidisce la sua posizione per non combinare un ulteriore disastro. Il direttore generale dice “Le sto dicendo che ritiro me stesso e l'azienda dal tipo di trasmissione che sta facendo”. Santoro risponde “Se ritira se stesso mi pare anche buono”.

Il battibecco prosegue con una bella stoccata finale di Santoro ai danni di Masi. Il direttore generale dice “Ho sempre garantito che la trasmissione andasse in onda. Non sono io che debbo stabilire se le regole vengono violate o no, ma voi potreste violare le regole di servizio”. Santoro risponde “Qualsiasi trasmissione potrebbe violare le regole. Abbiamo capito che tipo di direttore generale è lei. Buonanotte!”.

Conclusione? Masi avrebbe fatto meglio a non telefonare. In questo modo avrebbe evitato una figura di “shit”. Vi confesso, che mentre guardavo il battibecco mi è venuta in mente una scena con Aldo Fabrizi e il grande Totò del film “I Tartatassati”. Guardare per credere…

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

L’amministrazione del degrado di De Magistris

Il parcheggio abbandonato dal Comune di Napoli

La caduta del muro di Berlino

Voragine in via Masoni

Il caso ex Ilva di Taranto

Tariffe votive anno 2019 Comune di Napoli