Bankitalia: Debito pubblico in calo a dicembre 2010

Debito pubblico in calo a dicembre 2010Oggi(13 gennaio), la Banca d’Italia ha diramato il supplemento al Bollettino di Finanza Pubblica. Dopo l’escalation dei mesi scorsi, a dicembre 2010 il debito pubblico italiano è calato rispetto al mese precedente, ma è aumentato del 4,5% rispetto a dicembre 2009.

A dicembre 2010 il debito pubblico italiano ha toccato quota 1.843,2 miliardi di euro, contro gli 1.763,9 registrati a fine 2009. A novembre 2010 il debito pubblico era di 1868,6 miliardi di euro. Nell’ultimo mese del 2010 il debito è calato di 25,4 miliardi di euro rispetto al mese precedente.

Le entrate tributarie del periodo gennaio-dicembre 2010 sono state pari a 397,541 miliardi, in calo dello 0,97% rispetto allo stesso periodo dell’anno prima quando si sono attestate a quota 401,454 miliardi. Nel dicembre 2010 le entrate sono state pari a 70,780 miliardi, mentre nello stesso mese dell'anno prima si erano attestate a 71,139 miliardi.

Il debito pubblico cresce maggiormente nelle amministrazioni locali del Nord e delle isole, mentre è in calo al Centro e al Sud. Il debito nelle amministrazioni locali del Nord Ovest ha toccato quota 31,3 miliardi rispetto a 30,5 miliardi di euro registrati nel 2009. Nel Nord Est è rimasto pressoché invariato attestandosi a 16,545 miliardi rispetto i 16,523 del 2009. Al Centro il debito è calato a 29,4 miliardi nel 2010 rispetto ai 30,1 dell'anno precedente mentre al Sud è stato di 24,6 miliardi l’anno scorso a confronto con 25,4 del 2009. Nel 2010 il debito pubblico delle isole è salito a 9,0 miliardi rispetto a 8,7 del 2009.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Comune Napoli affida a Citelum gestione luci votive

Istat: Economia sommersa vale 192 miliardi

Il lago di munnezza a Scampia

L’ex Villa Russo è diventata una discarica

La propaganda di De Magistris sui lavoratori Whirlpool

27 famiglie abbandonate dal Comune di Napoli