Compravendita deputati: La Procura di Roma apre un’inchiesta

Gino BucchinoLa Procura di Roma ha aperto un’inchiesta sulla compravendita dei deputati. Non ci sono indagati e nemmeno ipotesi di reato. Il fascicolo per ora conta solo ritagli di giornale.

L’inchiesta è partita dopo la conferenza stampa fatta da Gino Bucchino il 24 febbraio. In quell’occasione il deputato del PD ha denunciato di aver ricevuto un’offerta di 150 mila euro per passare nel gruppo dei “Responsabili”. Al deputato del PD sarebbe stata garantita anche una rielezione nella prossima legislatura.

Il fascicolo è separato dall’inchiesta aperta a dicembre 2010 dal procuratore Giovanni Ferrara e l’aggiunto Alberto Caperna dopo l’esposto presentato da Antonio Di Pietro quando i deputati Antonio Razzi e Domenico Scilipoti lasciarono l’Italia dei Valori. Ma non è escluso che i due fascicoli possano confluire in una sola inchiesta.

I magistrati stanno anche valutando se convocare il parlamentare del Partito Democratico. Bucchino ha risposto di essere a disposizione dei magistrati. Il deputato ha aggiunto “Siamo ai saldi di fine stagione e sui deputati eletti all’estero, come me, si sta tentando di fare un gioco sporco”. Di seguito potete ascoltare l’intervista a Bucchino pubblicata da “Il Fatto Quotidiano”.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Comune Napoli affida a Citelum gestione luci votive

Istat: Economia sommersa vale 192 miliardi

Il lago di munnezza a Scampia

L’ex Villa Russo è diventata una discarica

La propaganda di De Magistris sui lavoratori Whirlpool

27 famiglie abbandonate dal Comune di Napoli