Marchionne: La Fiat avrà quattro sedi operative

Sergio Marchionne in giacca e cravattaE’ un Sergio Marchionne del tutto inedito quello che si è presentato questa mattina(15 febbraio) alla Camera dei Deputati. L’amministratore delegato della Fiat ha messo da parte il maglione di cashmere putrefatto per indossare una più nobile giacca e cravatta. Per una volta è sembrato quello che è, vale a dire un manager.

Marchionne ha annunciato che la Fiat avrà quattro sedi operative sparse per il mondo. L’amministratore delegato ha dichiarato “Se il cuore della Fiat è e resterà in Italia, la nostra testa deve essere in più posti. A Torino per gestire le attività europea, a Detroit per quelle americane, ma anche in Brasile e in futuro anche in Asia”.

Il tipo in giacca e cravatta ha presentato anche il programma di investimenti della Fiat. Marchionne ha detto “Produrremo 34 nuovi modelli nel giro di 5 anni, ai quali si aggiungono 17 aggiornamenti. Due terzi dei nuovi modelli saranno prodotti da Fiat, 13 da Chrysler. Avremo due marchi globali, Alfa Rome e Jeep. E stiamo lavorando perché l’Alfa possa tornare sul mercato americano entro la fine del 2012. Le gamme di Chrysler e Lancia saranno totalmente integrate fra loro in Europa. Tutte le auto Chrysler saranno marchiate Lancia ad eccezione del Regno Unito dove Lancia non è presente. Quest’anno presenteremo sette prodotti nuovi. Entro la fine dell’anno verrà lanciata la nuova Panda, mentre nel terzo trimestre del 2012 saranno lanciati i Suv che si faranno a Mirafiori”.

Questo piano non mi convince per niente. A differenza di Renault, Nissan, Toyota e Opel, la Fiat non sta puntando sulle auto “ecologiche” con motore elettrico o ad idrogeno. Caro Marchionne, ma chi se lo compra un Suv? Un “coso” del genere lo acquistano solo due categorie di persone: gli evasori fiscali e quelli della criminalità organizzata. Spero solo che negli altri posti, oltre alla testa, non porti anche i soldi degli italiani…

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Comune Napoli affida a Citelum gestione luci votive

Istat: Economia sommersa vale 192 miliardi

Il lago di munnezza a Scampia

L’ex Villa Russo è diventata una discarica

La propaganda di De Magistris sui lavoratori Whirlpool

27 famiglie abbandonate dal Comune di Napoli