Non è reato bruciare rifiuti tossici per riscaldarsi

I vigili del fuoco spengono un incendio di rifiuti tossiciDa tanti anni a Napoli e provincia ci sono numerosi incendi di rifiuti tossici che rendono l’aria quasi irrespirabile. Gli “ecocriminali” lavorano a qualsiasi ora del giorno per salvaguardare le tasche di imprenditori senza scrupoli. I luoghi prediletti sono la campagna. In molti casi però i roghi si verificano vicino ai campi Rom. Il sito “La Terra dei Fuochi” e questo blog hanno portato più volte alla ribalta questo “fenomeno” increscioso. Ora, una sentenza rischia di legalizzare il “lavoro degli ecocriminali”.

Venerdì sera(25 febbraio), tre Rom avevano deciso di passare la serata bruciando decine di quintali di rifiuti speciali pericolosi in aperta campagna in località Santa Maria La Nova di Afragola, a ridosso del mega parco commerciale “Le Porte di Napoli”. Per una volta, i carabinieri sono riusciti a beccare i “piromani” arrestandoli. Secondo la normativa presente nel pacchetto sull’emergenza rifiuti in Campania,  i tre Rom dovevano farsi 3 anni e 4 mesi di galera.

Processati per direttissima, i tre “individui” sono stati assolti dal giudice. Il motivo? I tre Rom si stavano scaldando intorno al fuoco e non sono scappati davanti ai carabinieri. Questa è una sentenza che farà senz’altro discutere. D’ora in poi, qualsiasi “ecocriminale” potrà bruciare quello che vuole. Tanto basterà dire che il fuoco gli serviva per riscaldarsi. Follia pura. Ma torniamo al rogo appiccato dai tre “infreddoliti”.

L’incendio ha coperto una superficie di 15 metri quadrati ed era alto circa due metri. I carabinieri hanno dovuto chiedere l’intervento di una squadra di vigili del fuoco. Il rogo è stato domato dopo due ore. I tre Rom hanno bruciato vecchi pneumatici, guaine di asfalto, cavi della corrente elettrica e una decina di lastre di amianto, che per effetto del calore si sono praticamente sfogliate, liberando così nell’atmosfera le micidiali particelle, responsabili di un particolare tipo di cancro ai polmoni. Ma per il giudice è più importante che i tre si siano riscaldati.

Commenti

Posta un commento

I post più letti negli ultimi sette giorni

Comune Napoli affida a Citelum gestione luci votive

Istat: Economia sommersa vale 192 miliardi

Il lago di munnezza a Scampia

L’ex Villa Russo è diventata una discarica

La propaganda di De Magistris sui lavoratori Whirlpool

27 famiglie abbandonate dal Comune di Napoli