Ferrara difende Ruby

Giuliano FerraraGiuliano Ferrara ha fatto capire lo scopo del programma “Radio Londra”. Dopo aver parlato del terremoto in Giappone nella prima puntata, ieri(16 marzo) il giornalista “extralarge” è ritornato a fare il difensore d’ufficio di Silvio Berlusconi.

Nella seconda puntata del programma “Radio Londra” Ferrara ha difeso la marocchina Ruby. Il giornalista ha introdotto l’argomento dicendo “Stamattina mi sono svegliato di ottimo umore. I miei tre canini venivano li a scodinzolare a darmi i bacini, poi mi sono messo al computer e ho visto un video. Sono diventato furibondo, ma veramente furibondo. Ho pensato ‘nel mio paese c’è gente che ha scambiato il proprio cuore di carne con un cuore di pietra’. Che orrore. Guardate che cosa hanno fatto a una giovane donna, che linciaggio morale le hanno riservato nella città di Maglie, in Puglia”.

Dopo aver fatto questo discorso strappalacrime, Ferrara ha lanciato il video in questione. Vi sbagliate di grosso se pensate che qualcuno abbia malmenato la marocchina. Nel video si notano alcune persone che contestano la tipa all’entrata del ristorante “Il Tempo Zero”. Tutto qua? Ma Ferrara lo sa che siamo in un paese democratico?

Alla fine del video, il giornalista “extralarge” ha detto “Capisco il giudizio severo di molti italiani su queste cose che dicono: ‘ma come la vita è così complicata e lì c'è un giro di soldi’. Li capisco, ma mai il rancore e il disprezzo, mai trasformarsi in cuori di pietra ed eccitarsi ed eccitare gli altri. Questo è indegno della nostra civiltà, queste cose succedono nei paesi dei talebani, dove si lapidano le adultere. Succedeva nel '600 negli Stati Uniti. Io non ce l’ho con loro, con questi disgraziati che a Maglie, la città dove è nato Aldo Moro, hanno inveito con questa ragazza. Ce l’ho con chi li eccita, con chi non capisce la regola prima del rispetto degli altri”.

Lo show di Ferrara non finisce qui. Il conduttore ha aggiunto “A Ruby posso solo augurare di trovare la pace. Sono fatti suoi. Sta incappando in una storia triste, truce, che sta diventando sinistra. Ricordo che nel Vangelo c’è scritto che Gesù di fronte alla folla che voleva lapidare un’adultera disse ‘chi è senza peccato scagli la prima pietra’. Nessuno la scaglio e la donna fu congedata con le parole ‘va e non peccare più’”. Ferrara, ma vai a quel paese…

Invece di occuparsi di cose futili, il giornalista “extralarge” farebbe bene a pensare a cose più serie, tipo le persone senza lavoro o le famiglie che non arrivano alla fine del mese. La verità è che Ferrara ha voluto difendere la “categoria”, ossia tutte quelle persone che guadagnano soldi facili senza far nulla. In fondo, anche il giornalista “extralarge” fa parte di questa categoria. Non sono pochi 3.500 euro per 300 secondi di trasmissione. Chi è meglio di lui?

Commenti

  1. Mi pare evidente che Ferrara confonde l'adulterio con la prostituzione.Ruby non è un'adultera,Ruby è una ragazzina che ha venduto il suo corpo in età minore ad un uomo senza scrupoli morali ed etici.Come al solito di cerca di spostare il tiro,di creare cortine fumogene per distrarre l'attenzione dal reato di Berlusconi,passando sul cuore di Ruby.I veri approfittatori sono propiro quelli come Ferrara.Quanto all'episodio di Maglie:Ruby è arrivata nel locale in cui è stata chiamata per "lavorare" alle 0:30 della notte invece delle pattuite ore 21:30 con conseguente danno per il proprietario del locale.Se Ferrara per suo capriccio domani andasse in onda a mezzanotte invece che alle 8:35 cosa direbbe la gente?Ecosa direbbe di se stesso questo finto moralista.Il cuore di carne non sembra appartenere a questo elefantiaco buffone che appena pochi mesi fa trattava con la scure le donne in difficoltà e dava bastonate pesanti sugli aborti fregandosene delle difficoltà di donne con gravidanze difficili,suscitando un clamore inaudito con la fondazione di un partito che fu subito flop,preso a pomodori in faccia.Voglio solo augurare a Ferrara di avere una figlia 16 che si prostituisca adescata da un Emilio Fede ed abusata da un Berlusconi,poi ne riparleremo quando resterà incinta di un cliente...Vi prego FERMIAMOLO!!!

    RispondiElimina
  2. Per quanto mi riguarda, una come la marocchina Ruby deve solo andarsene dall'Italia. Non serve alla nostra società. Il nostro paese è davvero strano. Esportiamo ricercatrici ed importiamo sculettatrici. Ferrara non può fare questi discorsi strappalacrime. Il giornalista "extralarge" si occupasse di tutti quei lavoratori che non ricevono gli stipendi da diversi mesi. Riguardo alle "cene" di Arcore, credo che ognuno possa fare quello che vuole. Il problema è che colui che approfitta di minorenni poi legifera sulla prostituzione. Invece di fare tutto questo casino e "piazzare" Ferrara in Rai, Berlusconi doveva fare la cosa più semplice: legalizzare(e tassare) la prostituzione. In questo modo però avrebbe perso i voti dei cattolici...

    RispondiElimina
  3. Si,certo Ferrara potrebbe parlare dei precari,dei cassintegrati,dei dispoccupati,dei baraccati,ma non lo farà mai perchè dovrebbe scontrarsi con la cruda realtà ed inventarsi metafore favolesche per non addossare le responsabilità sul governo.Preferisce quindi mistificare e giocare a cambiare le carte in tavola sul sesso,sull'etica e la morale,terreno fertile per i telespettatori resi particolarmente sensibili a queste tematiche da 25 anni di trasmissioni Mediaset.Insomma,in perfetto stile berlusconiano si preferisce badare a rafforzare e ricostruire il consenso popolare piuttosto che preoccuparsi del "fare" e dell'agire,una meravigliosa nuvola rosa che sta facendo galleggiare tutti gli italiani per non far loro capire quanta merda scorre di sotto.Non sono d'accordo con te quando riguardo alle cene di Arcore dici che "ognuno possa fare quello che vuole".Se io stupro mia moglie in camera da letto,se malmeno mia figlia tra le mura domestiche,se uccido qualcuno nella mia cucina,il reato si configura comunque.Il verificarsi dei reati tra le mura domestiche non è un salvacondotto.Così se ad Arcore una minorenne si prostituisce il fatto non concerne più la salvaguardia della privacy o dei vizi privati di un 72enne arrapato,così come il nocciolo dell'azione non è da ricercarsi nell'etica o nella morale,quello è un semplice,puro e (a mio pararere) tra i più orribili reati.Tanto più che coinvolge il presidente del consiglio dei ministri,cosa che dovrebbe implicare anche una discussione sull'etica:per la Costituzione infatti il cittadino chiamato a svolgere il ruolo pubblico deve adempiere con onore ai suoi compiti salvaguardando i suoi comportamenti.Sappi inoltre che la prostituzione in Italia non è reato.L'Italia fa parte di quei paesi in cui questa pratica è in un limbo,non è regolamentata,non si può sponsorizzare,ma non è un reato,la legge tuttavia non permette che sia incoraggiata.Il reato infatti subentra per chi induce alla prostituzione(Fede,Mora e Minetti) o chi ne abusa con minori(Berlusconi).A me la legge non sembra sbagliata,se avessi una figlia di 16 anni non vorrei che venisse a scoprire il sesso in una maniera così schifosa e con un insegnante vecchio,bavoso,insano e malato come Berlusconi.Quindi capirai che la difesa di Ferrara è basata sul nulla e se il chiattone barbuto si informasse forse scoprirebbe che gli italiani sono molto meno bigotti di quanto lui voglia far credere in diretta,scoprirebbe che le aperture alla libertà sessuale non implicano la violazione della legge e che l'educazione sessuale di una minorenne non dovrebbe essere affidata a chi del sesso ha un'idea deviata e psicologicamente fobica.Insomma Ferrara ricopre in pieno il ruolo disegnato per lui:la nube puzzolente delle merde fumanti lasciate dal capo.Saluti

    RispondiElimina
  4. Hai ragione. Il verificarsi dei reati tra le mura domestiche non è un salvacondotto. Il caso Ruby è diverso. Forse lei era minorenne, ma è stata costretta? Questo è il punto. Io penso che alla tipa piaccia guadagnare soldi facili. Per il resto, la faccenda prostituzione è come quella della droga(si può farne uso ma non si può vendere). La prostituzione va tassata(per legalizzare intendo questo). In questo modo la "lavoratrice" che non dichiara ciò che guadagna finisce in gattabuia. Ma sai quanto guadagna una prostituta? Si parla dai 300 ai 1000 euro al giorno. Preciso che mi riferisco a quelle che "lavorano in proprio". Riguardo a Ferrara, evito ulteriori commenti. Tanto si è capito cosa vuole fare. In pratica è stato messo lì per plagiare i telespettatori meno attenti.

    RispondiElimina
  5. Ma vedi,non importa se sia stata costretta o se abbia scelto liberamente.Importa il reato e chi lo ha commesso:lo ha commesso Berlusconi e lo hanno commesso Fede,Mora e Minetti.Se un bambino viene adescato da un pedofilo o da uno spacciatore che lo attira nella sua rete promettendogli giocattoli e caramelle in cambio di "altro" e minacciando di vendicarsi se il bambino si rivolge alle autorità,condanniamo solo il bambino?Ruby voleva danaro,vita facile e privilegi,ma chi glieli ha promessi?Chi le ha fatto capire quanto facile possa essere la vita della prostituta di lusso?Insomma chi è l'adescatore che ha indotto una 16enne a vendere il proprio corpo?Questa è la vera domanda.Credo che i verbali delle intercettazioni la dicano chiara su cosa pensavano le ragazze del bavoso Silvio,di certo non ci andavano a letto per piacere,ma per ottenere qualcosa in cambio:prostituzione.Chi ha promesso in un video di un'emittente regionale durante un concorso di bellezza alla 15enne Ruby di aiutarla per poi promettere caramelle e dolciumi in cambio di vita e sesso facile col presidente?Emilio:induzione alla prostituzione.Ruby non è da lodare,è il modello più sbagliato che una donna possa prendere ed è anche lei complice dei reati.Così come per la droga:lo spaccio e la detenzione sono illegali,l'uso o l'abuso sono puniti comunque,quindi non è scritto da nessuna parte che si possa fare uso di droga.L'unica differenza penale è che la legge offre una forma di tutela ai consumatori di droga se si dichiarano tossicodipendenti provvedendo a reinserirli in società dopo un periodo di analisi e di terapia in comunità.Cioè se ti beccano con marijuana o cocaina addosso oltre certi limiti si configura automaticamente lo spaccio,se dichiari di essere tossicodipendente vai comunque in galera per abuso di sostanze,ma vieni poi inviato in comunità per disintossicarti....a meno che tu non ti chiami DiegoArmando o Lapo...per cui vieni mandato negli States per qualche tempo e poi puoi tornare libero e felice...ma quella non è giustizia,è fantascienza.

    RispondiElimina
  6. Comunque ci stiamo facendo trarre entrambi nel giochino di Ferrara:stiamo ragionando sull'etica e sulla giurisprudenza di un caso di prostituzione minorile.Niente di più sbagliato.La vera questione riguarda la ricattabilità del nostro presidente del consiglio,l'immagine che regala all'estero del nostro paese e la fragilità del nostro sistema democratico che viene sconquassato dalla concussione concretizzata in una telefonata alla questura per liberare una puttanella e viene gestita da un harem di disperate zoccole che hanno per i coglioni le sorti del nostro paese,debole come il nostro malato presidente.Ma Ferrara questo non lo dirà mai,altrimenti rischierebbe di essere preso per un giornalista...Saluti.

    RispondiElimina
  7. Il problema è che non stiamo parlando di una bambina, ma di una donna. La tipa marocchina andava a fare "spettacoli hard" nelle discoteche di mezza Italia. Mandiamo dentro anche i proprietari di locali e i clienti? Il tema è complesso e ambiguo. L'unica cosa certa è che Berlusconi non verrà mandato a casa con la storia della marocchina. Anzi, stiamo ottenendo l'effetto contrario. Vedrai quanti vecchi "rattusi" e pedofili voteranno il "culo flaccido" alle prossime elezioni. Berlusconi va sconfitto politicamente.

    RispondiElimina
  8. Il nostro paese è stato sputtanato da diverso tempo. Berlusconi sta solo "ampliando" lo sputtanamento. La cosa più deprimente è che ci sono dei tipi e delle tipe che vanno nei locali per vedere i vari Mora, Corona e la stessa Ruby. Ma dove vuoi andare con gente così?

    RispondiElimina

Posta un commento

I post più letti negli ultimi sette giorni

CheBanca! non funziona

Il parcheggio abbandonato dal Comune di Napoli

CheBanca! con problemi tecnici

L’amministrazione del degrado di De Magistris

Legambiente: 148 eventi estremi nel 2018