Agcom: Sanzioni al Tg1, Tg2 e ai telegiornali Mediaset

L'intervista a reti unificate di Silvio BerlusconiIl 20 maggio 2011 Silvio Berlusconi ha rilasciato alcune interviste al Tg1, Tg2, Tg4, Tg5 e “Studio Aperto”. Oggi(23 maggio), l’Agcom ha deciso di sanzionare i cinque telegiornali. Il Tg1 e il Tg4 dovranno pagare la misura massima prevista dalla legge(258.230 euro), mentre Tg2, Tg5 e “Studio Aperto” se la sono cavata con una multa di 100 mila euro.

L’organismo di garanzia in una nota spiega “La Commissione servizi e prodotti dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni nella sua riunione odierna, ha esaminato, anche alla luce degli esposti presentati, la situazione determinatasi nella giornata di venerdì 20 maggio, nella quale si è avuta la trasmissione, in prime time, da parte dei notiziari TG1, TG2, TG5, TG4 e Studio Aperto, di interviste al Presidente del Consiglio. Sul punto l’Autorità aveva chiesto lo scorso 21 maggio chiarimenti urgenti alle emittenti interessate. Considerate le osservazioni pervenute da Rai e Mediaset, la Commissione ha ritenuto che le interviste, tutte contenenti opinioni e valutazioni politiche sui temi della campagna elettorale, ed omologhe per modalità di esposizione mediatica, abbiano determinato una violazione dei regolamenti elettorali emanati dalla Commissione parlamentare di Vigilanza e dall’Agcom”.

Per questo motivo l’Agcom ha inflitto le sanzioni ai cinque telegiornali. L’Autorità ha ribadito che vige il dovere di equilibrio e completezza di informazione fino alla conclusione della campagna elettorale con i ballottaggi in corso e che sono vietati i sondaggi sulle intenzioni di voto fino allo svolgimento del secondo turno delle elezioni amministrative.

Berlusconi pagherà(attraverso Mediaset) la sanzione di 458.230 euro per la sua campagna elettorale abusiva. Bazzecole per lui. Il problema è che i 358.230 euro inflitti alla Rai saranno pagati con i soldi degli abbonati. Mi domando, non sarebbe più giusto infliggere la multa ai direttori dei telegiornali? In questo modo Augusto Minzolini e Mario De Scalzi ci penserebbero mille volte prima di infrangere le regole.

Commenti

  1. Silvio,leva quelle bandiere messe per far credere che parli da un luogo istituzionale,usate per dare credibilità universale alle tue stronzate soggettive.Smettila di usare il tricolore per pulirti il culo flaccido dalla merda che lanci addosso agli italiani da ormai troppo troppo troppo tempo.E non accostare quel simbolo del cacchio del PDL alle bandiere della nostra nazione,piantala di mistificare il ruolo che NOI italiani(purtroppo) ti abbiamo dato e per cui ti paghiamo profumatamente.Non è più tollerabile che usi i mezzi pubblici per i tuoi sporchi e mafiosi affari privati.Secondo me dare una multa alla RAI è un controsenso,siamo smepre noi a pagare con il nostro canone.Dare la multa a Minzolini è ancora più inutile,gliela pagherebbe Berlsuconi e lui continuerebbe a fare i cazzi suoi con la TV di stato.Bisognerebbe sospendere dalla carica chiunque contravvenga alle regole,Minzoloni permette che si mandi in onda questo in barba alle regole?Perfetto,Minzolini perde il posto e gli italiani gli fanno causa per danni.

    RispondiElimina
  2. Berlusconi è il cancro del nostro paese. Col lui al governo l'Italia sta perdendo credibilità a livello mondiale. I dati parlano chiaro. Nonostante ciò, i "berlusconini" continuano a credere alle sue frottole. Come ho scritto nel post, sanzionare i direttori sarebbe un bel passo avanti. Anche la sospensione sarebbe un'ottima cosa.

    RispondiElimina

Posta un commento

I post più letti negli ultimi sette giorni

Concorso per Vigili Urbani del Comune di Napoli

Confindustria propone tassa sul contante

Stipendi dei dirigenti del Comune di Napoli

Koulibaly e Ghoulam alla scuola Elsa Morante di Scampia

L’inutile sfogo di Ancelotti per gli spogliatoi del San Paolo

Impianti Universiadi abbandonati al degrado