Gli elettori di Berlusconi sono deficienti?

Il trio della munnezza: Lettieri, Berlusconi e D'Alessio a NapoliIl 27 maggio 2011 Silvio Berlusconi è venuto a Napoli per la chiusura della campagna elettorale del candidato sindaco PDL Gianni Lettieri. I due sono stati accompagnati dall’inguardabile Gigi D’Alessio.

Il premier si è presentato sul palco a cinquanta minuti dal silenzio elettorale. Vi sbagliate di grosso se pensate che Berlusconi abbia parlato di programmi. Il “tipo buffo” ha annunciato “Il Milan non prenderà Hamsik”. Il “favore acchiappa voti” non ha placato gli animi dei tifosi del Napoli. La folla ha urlato “Chi non salta rossonero è”. Chiaro riferimento all’azionista di maggioranza del Milan Silvio Berlusconi. Un cosa però non mi torna, che centra il calcio con la politica?

Detto questo, passiamo alla cosa più deprimente. Come ben sapete, il premier ad ogni comizio fa delle domande demenziali alla gente. Anche a Napoli Berlusconi ha ripetuto la “pratica”. Questa volta però qualcosa è andato storto. Inizialmente la massa non ha ascoltato ciò che diceva il premier. Dopo l’addestramento fatto del “neomelodico” D’Alessio, qualcuno ha iniziato a rispondere “no” a tutte le cose che riguardavano Luigi De Magistris.

Fatto l’attacco all’ex magistrato, Berlusconi ha fatto le domande su Lettieri. Guardando il video noterete che il premier dice “Attenzione che cambia”. Sembra quasi di vedere un insegnante della prima elementare che insegna l’alfabeto ai bambini. Mi chiedo, gli elettori di Berlusconi sono tutti deficienti?

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Concorso per Vigili Urbani del Comune di Napoli

Confindustria propone tassa sul contante

Stipendi dei dirigenti del Comune di Napoli

Koulibaly e Ghoulam alla scuola Elsa Morante di Scampia

L’inutile sfogo di Ancelotti per gli spogliatoi del San Paolo

Impianti Universiadi abbandonati al degrado