Le Borse europee a picco

OroLe Borse di tutto il mondo continuano a “bruciare” capitali. A Tokyo, l’indice Nikkei sconta la forza dello yen(a 76,50 sul dollaro e 109,40 sull'euro) e cede 224,52 punti, pari a -2,51%, a quota 8.719,24, il li- vello più basso dallo scorso 15 marzo. Seul chiude a -6,2%, Taiwan a -3,57% e Bangkok a -1,53%. Nella mattinata Hong Kong, Shanghai, Giakarta e Singapore perdevano rispettivamente il 2,48%, l’1,61%, il 2,76% e il 3%.

Il calo delle borse asiatiche ha contagiato anche quelle europee. Milano, dopo una lieve ripresa, torna a fondo alla notizia dei future su Wall Street in negativo. Così anche le altre Borse Ue. Sospesi alcuni titoli per eccesso di volatilità. Sotto attacco Fiat, che ieri era arrivata a perdere fino all’11%. La Bce, secondo quanto riferisce Bloomberg, è tornata ad acquistare titoli di Stato italiani. Lo spread Btp-Bund, salito in avvio di seduta, è poi di nuovo sceso intorno ai 285 punti.

Giornata nera anche per Wall Street. L’indice Dow Jones è calato del 3,66%, mentre la flessione dell’Nasdaq e S&P500 è stato rispettivamente del 5,18% e del 4,46%. A influenzare negativamente una giornata già partita al ribasso, i dati macroeconomici Usa, diffusi in giornata, che paventano l’ombra di una possibile recessione.

Sulla scia delle prospettive negative che pesano sull’economia internazionale, l’oro tocca un nuovo massimo storico. A Londra è quotato a 1860 dollari l’oncia, con un balzo in avanti del 2,4%. Un record anticipato dai futures sul metallo giallo con consegna immediata che avevano toccato a Hong Kong quota 1.837,5 dollari.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Chef non trova lavapiatti per colpa del reddito di cittadinanza

CheBanca! con disservizi

Rimodulazione Vodafone da settembre 2019

Flat tax con aliquota al 15% fino a 55 mila euro

Crescono ricavi calcio italiano

Il business degli affidi