Le Borse europee a picco

OroLe Borse di tutto il mondo continuano a “bruciare” capitali. A Tokyo, l’indice Nikkei sconta la forza dello yen(a 76,50 sul dollaro e 109,40 sull'euro) e cede 224,52 punti, pari a -2,51%, a quota 8.719,24, il li- vello più basso dallo scorso 15 marzo. Seul chiude a -6,2%, Taiwan a -3,57% e Bangkok a -1,53%. Nella mattinata Hong Kong, Shanghai, Giakarta e Singapore perdevano rispettivamente il 2,48%, l’1,61%, il 2,76% e il 3%.

Il calo delle borse asiatiche ha contagiato anche quelle europee. Milano, dopo una lieve ripresa, torna a fondo alla notizia dei future su Wall Street in negativo. Così anche le altre Borse Ue. Sospesi alcuni titoli per eccesso di volatilità. Sotto attacco Fiat, che ieri era arrivata a perdere fino all’11%. La Bce, secondo quanto riferisce Bloomberg, è tornata ad acquistare titoli di Stato italiani. Lo spread Btp-Bund, salito in avvio di seduta, è poi di nuovo sceso intorno ai 285 punti.

Giornata nera anche per Wall Street. L’indice Dow Jones è calato del 3,66%, mentre la flessione dell’Nasdaq e S&P500 è stato rispettivamente del 5,18% e del 4,46%. A influenzare negativamente una giornata già partita al ribasso, i dati macroeconomici Usa, diffusi in giornata, che paventano l’ombra di una possibile recessione.

Sulla scia delle prospettive negative che pesano sull’economia internazionale, l’oro tocca un nuovo massimo storico. A Londra è quotato a 1860 dollari l’oncia, con un balzo in avanti del 2,4%. Un record anticipato dai futures sul metallo giallo con consegna immediata che avevano toccato a Hong Kong quota 1.837,5 dollari.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Comune Napoli affida a Citelum gestione luci votive

Istat: Economia sommersa vale 192 miliardi

Il lago di munnezza a Scampia

L’ex Villa Russo è diventata una discarica

La propaganda di De Magistris sui lavoratori Whirlpool

27 famiglie abbandonate dal Comune di Napoli