Scajola indagato a Roma per la casa al Colosseo

Claudio ScajolaL’ex ministro dello sviluppo economico Claudio Scajola è indagato dalla procura di Roma per violazione della legge sul finanziamento illecito dei partiti. L’imputazione fa riferimento all’acquisto dell’appartamento vicino al Colosseo, che secondo l’ipotesi degli inquirenti è stato pagato in parte dall’imprenditore Diego Anemone, tra i personaggi chiave dell’inchiesta sugli appalti del G8.

Scajola ha sempre sostenuto di non sapere che la casa fosse stata pagata da Anemone. Da quella spiegazione è nata la leggenda della “casa a sua insaputa”. Il parlamentare del PDL ha commentato “Apprendo dalle agenzie che la Procura di Roma ha aperto un fascicolo su una vicenda per la quale la Procura di Perugia, dopo un anno e mezzo di indagini, non ha ritenuto di dovermi indagare. Attendo, comunque, con la stessa serenità e la medesima riservatezza che hanno sinora contraddistinto il mio comportamento, che i magistrati romani portino a termine il loro lavoro, nella convinzione che verrà certamente chiarita la mia estraneità ai fatti”.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Chef non trova lavapiatti per colpa del reddito di cittadinanza

CheBanca! con disservizi

Rimodulazione Vodafone da settembre 2019

Flat tax con aliquota al 15% fino a 55 mila euro

Crescono ricavi calcio italiano

Il business degli affidi