Scajola: La casa non l’ho venduta ma ci dormo soltanto

Claudio ScajolaIeri(29 agosto), c’è stato un clamoroso colpo di scena sulla vicenda della casa romana di Claudio Scajola. La Procura della Repubblica di Roma ha inserito nel registro degli indagati l’ex ministro dello Sviluppo economico per violazione della legge sul finanziamento illecito dei partiti.

L’imputazione fa riferimento all’acquisto dell’appartamento vicino al Colosseo, che secondo l’ipotesi degli inquirenti è stato pagato in parte dall’imprenditore Diego Anemone. Nel maggio 2010 Scajola si dimise da ministro per colpa della vicenda della casa. All’epoca, il parlamentare del PDL si difese dicendo che “la casa era stata comprata a sua insaputa”. L’ex ministro aggiunse che non sarebbe più tornato nella casa e che l’avrebbe venduta.

A distanza di 15 mesi Scajola ancora non ha venduto la casa. L’ex ministro ha risposto dalla Grecia, dove si trova in vacanza. Scajola ha detto “Sarà tutto chiarito. La casa non l’ho venduta ma ci dormo soltanto”. Capito? Dopo la faccenda della casa comprata a sua insaputa, ora Scajola se ne esce con la storia della casa dormitorio. Ma questo ci fa o ci è?

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Chef non trova lavapiatti per colpa del reddito di cittadinanza

CheBanca! con disservizi

Rimodulazione Vodafone da settembre 2019

Flat tax con aliquota al 15% fino a 55 mila euro

Crescono ricavi calcio italiano

Il business degli affidi