Venti anni fa veniva ucciso Libero Grassi

Libero GrassiOggi(29 agosto), a Palermo è stato commemorato il ventesimo anniversario dell’omicidio dell’imprenditore tessile Libero Grassi. Ai più giovani questo nome dirà poco o nulla. Per questo motivo è giusto ricordare il coraggio di quest’uomo.

Libero Grassi è stato il primo imprenditore a denunciare pubblicamente il sistema delle estorsioni. Il 10 gennaio 1991 l’imprenditore scrisse una lettera su “Il Giornale di Sicilia” per informare i mafiosi che non avrebbe mai pagato il pizzo. L’11 aprile 1991 Libero Grassi denuncia il “fenomeno” delle estorsioni anche in un’intervistata rilasciata a Michele Santoro per il programma “Samarcanda”(video).

Il 29 agosto 1991, alle 7.36, fu ucciso dai sicari della mafia in via Alfieri a Palermo, nei pressi della sua abitazione. Questa mattina, sul luogo del delitto sono state deposte corone di fiori mentre i giovani di “Addio pizzo” hanno organizzato un raduno. Il 26 settembre 1991, Michele Santoro e Maurizio Costanzo dedicano una serata televisiva a reti unificate(Rai 3 e Canale 5) alla figura di Libero Grassi. In quell’occasione ci fu lo show di Salvatore Cuffaro.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Comune Napoli affida a Citelum gestione luci votive

Istat: Economia sommersa vale 192 miliardi

Il lago di munnezza a Scampia

27 famiglie abbandonate dal Comune di Napoli

Scampia sommersa dai rifiuti

Scampia è diventata la discarica di De Magistris