La polizia contesta La Russa

La Russa contestato dalla poliziaQuesta mattina(21 settembre), a Roma c’è stata l’ennesima manifestazione di protesta contro il governo. Questa volta non ha protestato i lavoratori a rischio licenziamento o i disoccupati, ma sono scesi in piazza i poliziotti.

Siap, Silp Cgil, Coisp e Anfp si sono riuniti per “manifestare il dissenso dei poliziotti nei riguardi di un governo che con quest’ultima manovra finanziaria ha saputo prevedere ulteriori tagli alle risorse destinate alla sicurezza del paese, piuttosto che investimenti e che ha oltremodo offeso la specificità del loro lavoro non prevedendo a tal riguardo alcun sostegno economico ma tutt’altro”.

Davanti Montecitorio è stato contestato il ministro della Difesa Ignazio La Russa. Il “pidiellino” ha deciso di mettere la faccia, ma ha ricevuto solo ingiurie. I manifestanti hanno urlato “Buffone, vergogna. Sei un pezzente. Vattene! Vai a lavorare”. A quel punto, il ministro ha girato i tacchi e se n’è andato. La Russa ha commentato “Quelli che stanno insultando penso che non siano dei poliziotti”.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Scampia sommersa dai rifiuti

Taglio dei parlamentari è legge

Scuola chiusa per discarica abusiva

Approvato nota al DEF. Stop aumento IVA

Cgia: Grandi imprese evasione maggiore

Istat: Disoccupazione luglio al 9,5%