Referendum: Oltre un milione di firme per l’abrogazione della legge elettorale di Calderoli

Antonio Di Pietro tra gli scatoloniOggi(30 settembre), i comitati promotori hanno depositato all’ufficio centrale elettorale della Suprema Corte di Cassazione duecento scatoloni contenenti 1.210.406 firme contro l’attuale legge elettorale cosiddetta “Porcellum”(firmata dal “leghista” Roberto Calderoli).

Le firme a sostegno dei quesiti contro il “porcellum” sono 1.210.406. Andrea Morrone, presidente del Comitato referendario per l'abrogazione della legge elettorale, ha dichiarato “E’ un miracolo popolare. Un risultato ottenuto grazie all’impegno corale di sei forze: PD, IDV, SEL, Partito liberale, Popolari(ex Asinello) e Rete referendaria”. L'Ufficio centrale elettorale della Suprema Corte si dovrà pronunciare entro il 15 dicembre 2011. In caso di esito positivo, il referendum si voterà tra marzo e giugno 2012.

Antonio Di Pietro, leader dell’Italia dei Valori, ha dichiarato “Ancora una volta i cittadini hanno anticipato la politica. Lo hanno fatto i cittadini l’anno scorso con tre referendum che tutti gli altri partiti snobbavano ma il 95% degli elettorali ha fatto sapere che non voleva il nucleare e le leggi ad personam. Oggi dopo una incredibile raccolta di firme fatta in pochi mesi siamo di nuovo qui come cittadini”. L’ex magistrato ha aggiunto “Per fare una nuova legge elettorale sono necessarie tre condizioni: con la futura legge non dovranno essere candidate persone condannate o dovranno decadere una volta condannate; no a incarichi di governo per persone rinviate a giudizio e ultimo no a doppi lavori per i parlamentari che una volta eletti non dovranno fare più altri mestieri”.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Scampia sommersa dai rifiuti

Taglio dei parlamentari è legge

Scuola chiusa per discarica abusiva

Approvato nota al DEF. Stop aumento IVA

Cgia: Grandi imprese evasione maggiore

Istat: Disoccupazione luglio al 9,5%