San Gennaro: Il miracolo si ripete. Nasce una pizza contro la cancellazione della festa

Il sindaco De Magistris bacia la teca di San GennaroOggi(19 settembre) per i napoletani è un giorno speciale. Si festeggia San Gennaro, il santo patrono della città. Ogni anno nel Duomo di Napoli c’è il cosiddetto “miracolo” di San Gennaro.

Questa mattina, alle 9.11 si è ripetuto il prodigio del sangue del santo patrono. Il miracolo è stato salutato da un lungo applauso. A dare l’annuncio è stato l’arcivescovo di Napoli, Crescenzio Sepe. Il cardinale ha detto che il sangue era già sciolto quando ha prelevato la teca dalla cassaforte.

Quest’anno il miracolo assume una particolare valenza anche alla luce delle polemiche sorte in merito alla decisione del governo di cancellare Pizza San Gennarole feste patronali. Dal 2012 il 19 settembre non sarà più un giorno festivo a Napoli. Tutti sono scesi in campo per protestare contro questa norma. Sepe ha detto “A nessuno è permesso cambiare la natura religiosa di questo evento”.

Il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, ha commentato “Qualcuno ha pensato di cancellare la festa di San Gennaro pensando che un Governo in scadenza possa cambiare anche le festività religiose. Invece Napoli è tutta qui, al di là del credo politico e delle convinzioni religiose”. L’ex magistrato ha aggiunto “Il giorno di San Gennaro è un giorno che fa parte della storia di questa città, è una tradizione popolare, identitaria e religiosa che unisce”.

Gino Sorbillo, proprietario dell’omonima pizzeria nel centro storico di Napoli, ha creato la pizza San Gennaro(foto) in onore al santo patrono della città. Il noto pizzaiolo ha realizzato questa pizza anche per dire “NO” alla cancellazione della festa prevista dal decreto del governo.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

CheBanca! non funziona

CheBanca! con problemi tecnici

Il parcheggio abbandonato dal Comune di Napoli

Legambiente: 148 eventi estremi nel 2018

Tari costa in media 300 euro

L’amministrazione del degrado di De Magistris